Messina, vicenda Ipasvi: la risposta di Feliciotto alla Uil

papardo 6Il collegio IPASVI (Infermieri professionali assistenti sanitari vigilatrici d’infanzia) stigmatizza le critiche della Uil alla commissione esaminatrice per la selezione dei RID. Con una nota trasmessa dal presidente, il dott. Salvatore Feliciotto, si ribadisce infatti che “il componente IPASVI di tale commissione era insediato in ottemperanza alla DDG n. 382 del 23 dicembre 2014“. Di più: la riunione sarebbe stata a porte aperte “in maniera che gli astanti potessero rendersi conto sulla correttezza dei comportamenti adottati dalla commissione esaminatrice, nonché, delle competenze possedute dagli esaminandi“. Da qui la critica al sindacato: “Desta meraviglia il fatto che la UIL esponga questi suoi dubbi a selezione conclusa: avrebbe avuto più credibilità nel comunicarli a chi di competenza prima che la selezione avesse luogo. Se ciò non è accaduto un motivo ci sarà. Ulteriore meraviglia riveste il fatto che questo sindacato e solo questo, attacchi l’istituzione collegio IPASVI della provincia di Messina, senza tener conto del fatto che i risultati di tale selezione sono il frutto di deduzioni ponderate di tutta la commissione e non del singolo: si capisce che nel momento in cui si va al rinnovo della RSU si possa tentare qualsiasi escamotage per acquisire facili consensi, ma tutto quello a cui assistiamo sembra avere il vago sapore sterile della più bassa demagogia. A tal proposito ho provveduto a dare regolare mandato ai legali per verificare la sussistenza di eventuale reato di diffamazione a mezzo stampa ed intraprendere tutte le azioni utili a difesa della trasparenza ed onestà dell’istituzione che ho l’onore di presiedere“.