Messina, vertenza Stretto: i sindacati proclamano lo sciopero

bandiere-sindacatiCgil, Cisl, Uil, Fast e Ugl sono pronte a scendere in piazza. Le sigle sindacali protestano contro il tentativo posto in essere dal Gruppo FSI di depotenziare, a partire dal cambio orario di giugno, il traghettamento sullo stretto di Messina, rimodulando il servizio e prevedendo l’attraversamento a piedi con mezzi navali veloci, con conseguente soppressione dei treni a lunga percorrenza diurni. Le organizzazioni ribadiscono che solo l’attuale organizzazione del servizio ferroviario garantisce la continuità territoriale dell’isola, e pertanto, la scomparsa e/o la sostituzione della stessa con soluzioni, ancora non condivise con le parti sociali, che prevedano per l’utenza l’attraversamento dello Stretto da semplici pedoni, rappresenta un ulteriore colpo allo sviluppo economico dell’isola, marginalizzando la stessa e incrementando il gap rispetto al resto del Paese in termini di infrastrutture e collegamenti ferroviari veloci. Da qui la decisione di proclamare lo sciopero regionale di 8 ore per il prossimo 25 marzo, dalle ore 09.01 alle ore 16.59.