Messina, Lo Presti invoca l’anticorruzione per il Vittorio Emanuele

teatro vittorio emanueleL’esponente consiliare Nina Lo Presti (Gruppo Misto) ha indirizzato una lettera all’Anac, l’autorità nazionale anti-corruzione, al Prefetto di Messina, Stefano Trotta, e al Ministero degli Interni. In essa la consigliera comunale chiede un intervento diretto ed una valutazione sui fatti dell’Ente Teatro cittadino.

Ripercorrendo le proprie interrogazioni sulla legittimità degli incarichi conferiti a Bruschetta e Renzo, riepilogando le ragioni che porterebbero all’incompatibilità automatica per il presidente Maurizio Puglisi (già legato all’Associazione Nutrimenti Terrestri), evidenziando le lacune emerse in termini di trasparenza nell’azione del Comune e del Cda del Teatro, specie in merito all’ascesa del sovrintendente Antonino Saija, l’esponente del consesso civico ha così chiesto un intervento atto a verificare se i comportamenti descritti non siano in aperto contrasto con le normative vigenti.