Messina-Paganese 1-1, le pagelle di StrettoWeb. Corona nona bellezza, Pepe rientro da incubo

IMG_6466Prestazione opaca dell’Acr Messina con la Paganese impatta in un noioso 1-1. Poche emozioni al “S.Filippo” e poca brillantezza negli ultimi 20 metri per i peloritani che non riescono ad impensierire la difesa campana neanche dopo il gol subito.

Iuliano, voto 6 – Come il suo collega Marruocco non ha avuto un gran da fare tra i pali, ma è stato trafitto incolpevolmente su calcio d’angolo.

Cane, voto 6,5 – Proseguono le ottime prestazioni dell’esterno destro giallorosso, tanta corsa e tanti cross in area.

Rullo, voto 6 – Buono l’esordio dell’ex Lecce. L’esperienza del terzino sinistro si vede già dalle prime battute. Importante la sua presenza soprattutto in fase difensiva.

Altobello, voto 5,5 – Prestazione quasi sufficiente per il numero 5 biancoscudato se non fosse per qualche incertezza di troppo in fase di disimpegno.

Pepe, voto 4,5 – Rientro da dimenticare. Distratto nell’occasione del gol di Girardi, lasciato colpevolmente libero, chiude il match col “botto” rimediando un rosso a partita finita per un gomitata all’autore della rete ospite.

Izzillo, voto 5,5 – L’impegno c’è ma serve di più. Il Messina fatica a proporre una manovra fluida e convincente, molto dipende dalle sue difficoltà in fase di impostazione.

Bortoli, voto 5 – Il suo ruolo è di correre in mezzo al campo per dar fastidio agli avversari, ma finisce per eclissarsi e rimanere fuori dal gioco.

Manuel Mancini © Furrer

Manuel Mancini © Furrer

Ciciretti, voto 6 – Qualche bella giocata, e un’ottima apertura no-look di tacco per Cane valgono una sufficienza per una prestazione, nel complesso, al di sotto delle sue potenzialità.

Mancini, voto 6,5 – Da centrocampista offensivo o da play basso le sue doti di visione di gioco e palleggio fanno comunque a fare la differenza.

Orlando, voto 6 – Ancora una volta sacrificato nello sfiancante ruolo attaccante che parte da esterno
riesce ad essere determinante in fase offensiva. Decisivo il suo movimento per mandare in rete Corona.

Corona, voto 6,5 – Nono centro stagionale per Re Giorgio che trasforma la seconda chance offerta da Cane, dopo averne sprecata una simile. E’ sempre l’uomo più pericoloso in area avversaria, ma lui, da solo, non può far molto.