Messina, operazione teckno: Bernava sentito in mattinata. Faraci: il Cas è sano

rosario faraciSi è svolto questa mattina l’interrogatorio di Agostino Bernava, il geometra del Cas arrestato nel fine settimana per induzione indebita. L’accusa nei confronti dell’uomo sarebbe maturata sulla scorta di alcune intercettazioni telefoniche avute dallo stesso con imprenditori interessati alle gare incriminate. L’avvocato difensore, però, ha da subito lasciato trapelare serenità, evidenziando come il suo assistito fosse certo di poter chiarire l’increscioso equivoco.

Bernava, ascoltato per un’ora e mezza, ha precisato che le imputazioni a suo carico non sono ragionevoli, in quanto concernono attività che non ricadono nella sua competenza professionale. Conti alla mano, il geometra ha poi sottolineato come sia fallace l’accusa di aver ricevuto finanziamenti illeciti per ristrutturare la propria residenza privata. Alla fine dell’interrogatorio, il legale di Bernava ha chiesto la revoca degli arresti domiciliari.

Frattanto Rosario Faraci ha commentato la vicenda: “l’ultimo fatto giudiziario ci conferma la bontà della linea di trasparenza intrapresa e di fermezza tenuta da questa Amministrazione anche se sono convinto che la struttura è sostanzialmente in buona salute” ha rivelato il presidente del Cas, ribadendo poi come spetti alla magistratura accertare la verità dei fatti.