Messina, Lista Falciani: spunta il nome di Genovese. Scatta l’indagine per riciclaggio?

GENOVESE, 'MI SONO COSTITUITO PER RISPETTO DELLE ISTITUZIONI'Ci sarebbe anche un volto noto della politica messinese fra i 351 clienti delle banche svizzere che avrebbero fatto ricorso a stratagemmi finanziari per nascondere parte del proprio patrimonio: è Francantonio Genovese, deus ex machina del Pd cittadino, già indagato dal Tribunale di Messina nell’ambito del processo Corsi d’Oro, attualmente ristretto presso la casa circondariale di Gazzi. A Genovese sinora venivano contestati l’associazione a delinquere finalizzata al peculato, la truffa e il falso in bilancio. Adesso, dalla Procura di Milano, emergono nuovi retroscena sulle presunte attività illecite dell’ex primo cittadino, il quale sarebbe stato protagonista di una maxi-evasione avvenuta su scala pluriennale. Soltanto nel 2005, secondo le prime ricostruzioni, il parlamentare democratico avrebbe portato in Svizzera quasi 16 milioni di euro. Una cifra di grosso impatto che avrebbe indotto i pubblici ministeri del capoluogo lombardo ad aprire un nuovo fascicolo del suo curriculum giudiziario ventilando l’ipotesi del riciclaggio.