Messina, Ialacqua a Palermo fa il punto sui rifiuti: dall’impianto di Pace alla discarica di Portella Arena

ialacqua palermoSi è svolto ieri a Palermo, nella sede dell’assessorato regionale dell’energia e dei servizi di pubblica utilità, un incontro tra gli assessori, regionale al ramo, Tania Contraffatto, e comunale all’ambiente, Daniele Ialacqua, alla presenza del capo gabinetto vicario, Nicola Barbalace, che ha avuto incarico di approfondire tutte le problematiche sollevate nel corso della riunione. L’avvio delle SRR, l’approvazione dei piano ARO, l’impianto di Pace ed il risanamento discarica di Portella Arena sono stati gli argomenti affrontati, sui quali l’assessore Contraffatto ha ribadito l’intenzione, già comunicata all’ANCI ed ai sindacati regionali, di accelerare sull’applicazione della legge regionale n.9/2010 che prevede tra l’altro l’istituzione delle SRR, il varo dei piani d’ambito, l’approvazione dei piani ARO. L’assessore Ialacqua ha manifestato perplessità sul ruolo delle SRR, che rischiano di fare la fine delle ATO, proponendo al riguardo una riforma della legge n.9/2010 ed una maggiore autonomia delle grandi aree urbane. Sui piano ARO, l’assessore regionale ha ribadito la necessità di un loro riallineamento con i piani d’ambito e quindi la necessità di un immediato approfondimento con le parti interessate. Barbalace ha poi coordinato una serie d’incontri con i responsabili dei vari servizi sugli altri temi oggetto dell’incontro. Relativamente all’impianto di Pace si è confermato che la procedura sta andando avanti e che si stanno ormai completando gli atti di gara in vista dell’affidamento. Il finanziamento per il risanamento della discarica di Portella Arena, già accordato con decreto della regione ed in attesa del visto della Corte dei Conti, avrà bisogno di essere rimodulato essendo parte dei fondi PAC. E’ stata evidenziata infine l’opportunità di potere beneficiare di finanziamenti per il completamento e/o manutenzione delle isole ecologiche e dei CCR, concordando ulteriori approfondimenti da effettuare nei prossimi giorni.

Intanto, sul fronte interno, sta per scadere l’ultimo affidamento a Messinambiente. Alessio Ciacci ha incontrato le organizzazioni sindacali per chiarire le intenzioni del Comune e dell’azienda, in attesa dei risvolti che dovrebbero arrivare nella prossima settimana. Le rappresentanze dei lavoratori, di contro, hanno ribadito i problemi emersi, soprattutto nel pagamento delle spettanze, stante le trattenute Iva disposte da Palazzo Zanca.