Messina, il DAF presenta i nuovi progetti: pronti a valorizzare scuole e quartieri

dafNell’ambito dei lavori della VIII Commissione Consiliare, riunita in seduta ordinaria, si è svolta ieri l’audizione del Presidente dell’EAR Teatro di Messina, Maurizio Puglisi, e di Giuseppe Ministeri, Presidente “DAF – Teatro dell’Esatta Fantasia”, Associazione Culturale promotrice del progetto teatrale “Laudamo in Città”. L’incontro nasce dalla volontà espressa dalla Commissione di approfondire il progetto teatrale in corso di svolgimento alla sala Laudamo del Teatro Vittorio Emanuele di Messina che, ad oggi, ha riscontrato un notevole successo di pubblico e di critica. La Commissione, ha mostrato apprezzamento per le attività che stanno animando la sala Laudamo, elogiando il lavoro svolto dall’Associazione che da 15 anni opera con successo sul territorio locale e nazionale, sempre con grande attenzione verso i giovani.

Il Presidente Puglisi ha evidenziato l’importanza dell’attività “formativa” svolta da DAF ed ha sottolineato il fatto che diversi giovani che frequentano i laboratori teatrali poi trovino uno sbocco professionale negli spettacoli del ciclo di “Pinocchio” alla Laudamo come in altre produzioni del Teatro.  Giuseppe Ministeri ha ringraziato il Presidente e l’intera Commissione per l’audizione, e si è detto speranzoso circa l’inizio di un confronto ed un dibattito sulle tematiche teatrali e più in generale sulle attività culturali della Città.  Ministeri ha evidenziato altresì il carattere multidisciplinare del progetto “Laudamo in Città”, descrivendone le diverse sezioni e le specifiche caratteristiche di ciascuna: laboratori teatrali, spettacoli, rassegne, incontri con gli autori, festival delle scuole, quartieri.  All’orizzonte nuove iniziative: due in particolare hanno attirato l’attenzione della Commissione, il  “festival delle scuole” e agli “spettacoli nei quartieri”. Ministeri ha chiesto il “sostegno” di tutti e i rappresentanti del Consiglio si sono impegnati a sensibilizzare Amministrazione e istituti scolastici.

Soddisfazione è stata espressa da Piero Adamo: “La Città di Messina – ha affermato il presidente dell’VIII – sul piano artistico, al contrario di altri settori, è un vivaio in continuo fermento ed in particolare nelle giovani generazioni esistono talenti ed energie che devono essere incoraggiati e che possono costituire un elemento di rilancio della Città”.