Messina, Confcommercio incalza Crocetta: la città metropolitana ha bisogno dell’ente camerale

ConfcommercioLe parole del Governatore regionale incoraggiano Confcommercio Messina a proseguire nella battaglia per la tutela dell’ente camerale. Carmelo Picciotto, presidente di tale realtà, ha evidenziato come la battaglia contro l’accorpamento con Catania sia una battaglia per tutelare le aziende locali, le realtà turistiche e l’indipendenza degli imprenditori, già colpiti duramente dalla crisi. Picciotto evidenzia la contraddizione in termini che sussiste nel salvaguardare l’ente camerale di Caltanissetta e nel condannare quello della città metropolitana di Messina. Dopo la diffida a De Francesco, Confcommercio alza perciò ulteriormente il tiro: “il governo regionale non sta tenendo conto di una sentenza del Tar di Catania che ha disposto l’insediamento del Consiglio camerale, basterebbe solo che l’assessore Linda Vancheri desse il via all’insediamento all’organo politico, così i nostri consiglieri farebbero valere nelle sedi opportune le proprie ragioni“.