Messina, beccati i “grossisti dello spaccio” sulla zona tirrenica: avevano addosso coca e hashish [FOTO e DETTAGLI]

da sn CARBONE, BARBERA, CAP. RUOTOLO, SILVESTRO, LE DONNEI Carabinieri delle Stazioni di Rometta Marea, di San Pier Niceto, di Fondachello Valdina e di Roccavaldina hanno effettuato un’importante operazione di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti sulla costa tirrenica. Registrata un’anomala attività di giovani pusher nella zona, gli agenti delle forze dell’ordine hanno ricostruito il circuito attraverso cui arrivavano gli approvvigionamenti ai piccoli spacciatori, risalendo a due stranieri che esercitavano il ruolo dei “grossisti”, acquistando la merce a Catania per poi smerciarla nel messinese.

Agendo in sinergia, i carabinieri delle diverse stazioni hanno effettuato controlli sulla strada statale 113, bloccando su una Panda i due protagonisti della rete: Ardit Rexhvelaj (23enne albanese, residente in Pace Del Mela) e Abouel Ela Mohamed Hassan El Sayed (31enne egiziano, domiciliato a San Pier Niceto). Entrambi sono attualmente reclusi nel carcere di Gazzi. La perquisizione, infatti, ha portato alla luce due panetti di hashish dal peso di 100 grammi ciascuno, un grammo di cocaina e un bilancino di precisione.