Mazzarrà Sant’Andrea, Bucolo scrive a Mattarella per difendere i lavoratori a rischio

salvatore bucolo “Tutelerò la mia comunità, dalla grave crisi occupazione che ha travolto il comune di Mazzarrà. Non mi farò certo condizionare dal difficile contesto mafioso, proseguendo il mio isolato cammino verso la legalità”. Così Salvatore Bucolo, sindaco di Mazzarrà Sant’Andrea, ha commentato le ricadute sull’indotto legate alla chiusura della discarica. Difendendo i 25 dipendenti licenziati il 31 gennaio scorso, cui vanno aggiunte altre 17 unità a rischio, il primo cittadino si è impegnato in presa diretta, chiedendo un incontro al Presidente Sergio Mattarella:  “I dipendenti, che con assoluta dedizione e spirito di sacrificio hanno onorato in questi anni il loro impegno per garantire un servizio sociale in tutta la Provincia, non possono essere sacrificati sull’altare di discutibili interessi” ha chiosato il sindaco. Infine lo stanziamento a sorpresa: “Nelle more di una determinazione in sede nazionale e regionale, sento il dovere, di dimostrare concretamente, la mia vicinanza ai lavoratori istituendo un fondo pagato con l’indennità di amministratore, al fine di assistere economicamente tutti coloro che hanno perso il lavoro“.