L’atleta reggina Anna Barbaro è doppio oro ai campionati italiani assoluti invernali di nuoto FINP

LAFACE-BARBARO-CARRESIDue medaglie d’oro nei 100 mt dorso e nei 400 stile libero. Questo il bottino dell’ASD Polisportiva TEAM 14 con la sua atleta di punta, l’incontenibile Anna Barbaro, agli ultimi Campionati Italiani Assoluti Invernali di nuoto FINP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico) disputatisi a Napoli il 7 e l’8 febbraio scorsi. Due ulteriori suggelli a  una favola sportiva che si interseca con il miracolo della vita quando si superano i limiti della mente, prima ancora che della disabilità. Nella città partenopea il TEAM 14 è l’unica società calabrese a prendere parte alla nona edizione della competizione nazionale e Anna per l’ennesima volta si rivela una forza della natura. I sacrifici, i duri allenamenti giornalieri in vasca, le rinunce per amore del nuoto si traducono in tempi sorprendenti che le valgono il duplice gradino più alto del podio: 1′ 52″ 11 nei 100 dorso, migliorando il suo personale di 4″, riconfermandosi campionessa italiana, e 7’ 58’’ sulla massima distanza 400 stile libero, specialità alla quale la reggina si approcciava per la prima volta in un torneo nazionale. Ancora una bella conferma dunque per Anna, classe 1985, e per i suoi tecnici: il coach, Giuseppe Laface e Cristina Carresi, sua guida nelle gare in acque libere e che sta già lavorando alacremente per la prossima tappa estiva del Campionato Italiano della specialità.

Ed è grazie al lavoro di squadra e alla determinazione dell’ASD Polisportiva TEAM 14 che tutto questo è reso possibile: con la professionalità e la condivisione di intenti dello staff della società reggina, Anna e tanti altri ragazzi come lei possono continuare a crescere, a sfidare sé stessi prima ancora che l’acqua e la fatica, conquistando, a suon di bracciate, risultati sportivi eccelsi che danno lustro e orgoglio all’intera città di Reggio Calabria.  “Crederci sempre, arrendersi mai”, potrebbe essere il motto del TEAM 14. Ad Anna Barbaro difatti il “mai”  non appartiene, la sua forza racconta a tutti la possibilità di vincere ognuno le proprie battaglie, di superare i muri della vita. Anna insegna che il destino non è invincibile e con una società seria e qualificata che sogna e lotta insieme a te  e per te si può persino raggiungere il tetto d’Italia.

Simona Tripodi