Lampedusa: il sindaco twitta “Je suis morto di freddo”

Je suis morto di freddo e non sono riuscito ad approdare a #LampedusaJe suis morto di freddo e non sono riuscito ad approdare a #Lampedusa“. Così il sindaco dell’isola Giusi Nicolini su Twitter all’indomani della nuova tragedia dei migranti che ha visto morire assiderate 29 persone. Mentre scoppiano le polemiche sull’operazione Triton che ha sostituito Mare Nostrum, dal governo per ora c’è il silenzio, né il ministro dell’interno Angelino Alfano né il presidente del Consiglio si esprimono. Un tweet è giunto invece dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, un tempo portavoce dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati, con una dura presa di posizione: “Orrore a largo di #Lampedusa. Persone morte non in un naufragio ma per il freddo. Queste le conseguenze del dopo Mare Nostrum”. Ventidue dei 29 morti erano ancora in vita quando i soccorritori li hanno raggiunti, ma il mare grosso e la lentezza delle motovedette previste da Triton sono stati mortali per i giovani bagnati anche dopo il recupero. Solo uno sarebbe morto per un trauma cranico. Twitta invece il leader della Lega Matteo Salvini, per cui i migranti morti sono “altro sangue sulle coscienze sporche dei “falsi buoni”".