Le istanze del territorio reggino all’attenzione del segretario nazionale CISL

Premio 1“O il paese riparte dal Sud, o non riparte”. Il segretario nazionale della Cisl, Annamaria Furlan, dopo aver lanciato un chiaro messaggio al Governo ed alle Camere, ha avviato una campagna di ascolto, preannunciando altresì la proposta di legge (di iniziativa popolare) per un Fisco più equo e giusto. La tappa calabrese ha avuto luogo in quel di Cosenza, con l’iniziativa “LAVORO – SVILUPPO – COESIONE SOCIALE: l’impegno della Cisl per la Calabria che cambia”. Il portavoce delle istanze del territorio reggino è stato il dirigente della Fiba – Cisl, Pasquale Carè, il quale ha posto l’accento, tra le altre cose, sugli atavici problemi che affliggono la provincia reggina, ma anche sulle enormi potenzialità locali inespresse o solo parzialmente. L’auspicata inversione di rotta per questo lembo di terra (ma non solo) ed i suoi abitanti, con conseguente riduzione del divario con il resto del Paese e del Continente, può indubbiamente compiersi con l’istituenda Città Metropolitana. Un’occasione storica verso cui la CISL di Reggio Calabria ha sempre creduto e profonderà energie ed impegno. Soprattutto vigilando, affinchè il nuovo “status”, con tutti i vantaggi che ne derivano, non diventi occasione per veicolare consensi elettorali. A tal fine è quanto mai necessario promuovere autentiche sinergie tra istituzioni, associazioni e movimenti, ognuno con il proprio ruolo e con il proprio patrimonio di idee e cultura.
Al termine dell’incontro la delegazione reggina, guidata dal segretario generale, Domenico Serranò, ha fatto omaggio alla segretaria nazionale, Annamaria Furlan, del volume “Visioni della natura”, una raccolta di fotografie effettuate dal dirigente della Fnp Cisl, Arturo Stella, che evidenziano i tanti “doni” elargiti dal Creatore ai diversi lembi del nostro territorio, dalla tirrenica alla jonica passando per l’area dello Stretto.