Informare i cittadini per prevenire la mafia, l’obiettivo del corso di formazione “Appalto sicuro”

La Fomez PA ha organizzato il corso nelle regioni: Calabria, Campania, Sicilia e Puglia

mafiaInformare sulla legalità per tutelare la trasparenza negli appalti pubblici sulle grandi e piccole opere, prevenendo così le infiltrazioni della criminalità organizzata. È l’obiettivo del corso di formazione “Appalto sicuro”, organizzato da Formez PA nelle regioni dell’Obiettivo convergenza (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) grazie a un accordo con il Dipartimento di Pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno e il Dipartimento della Funzione pubblica nell’ambito del PON Sicurezza 2007-2013. L’inizio delle nuove lezioni è previsto per lunedì 9 febbraio, alle ore 8,30, a Napoli (tre aule, di cui una nel Centro operativo della DIA e altre due presso il Centro congressi Ramada Naples Hotel, in via Galileo Ferraris 40) e a Catania, al Principe Hotel di via Alessi 24. Ai corsi, che chiudono un ciclo di attività che ha già coinvolto, a Bari e Reggio Calabria, 37 agenti della Direzione investigativa antimafia, parteciperanno 150 tra funzionari pubblici e delle forze dell’ordine per approfondire argomenti come il quadro normativo che regola la materia e il codice di regolamentazione degli appalti.
Nel capoluogo campano vi prenderanno parte 27 uomini della DIA di Napoli e Salerno, mentre nelle altre due saranno impegnati dirigenti della Città Metropolitana e del Comune. A Catania invece banco di prova per 49 tra dipendenti regionali e dei Comuni di Ragusa e Canicattini Bagni. “Con queste lezioni – ha detto il direttore area politiche settoriali di Formez PA Arturo Siniscalchi - si compone un ulteriore tassello della strategia di lotta tesa ad arginare le infiltrazioni nel settore dei lavori pubblici. Un ramo della PA che riveste vitale importanza e all’interno del quale c’è la necessità di dare segnali forti favorendo gli interventi di contrasto alla criminalità e prevenendo i tentativi di condizionamento“.