Immigrati: “non vogliamo essere il cimitero del Mediterraneo”

Nella notte un migliaio di clandestini sbarcano a Lampedusa, 10 barconi raggiungono l' Isola“Non vogliamo essere il cimitero del Mediterraneo, qualcuno pensa che prima o poi ci rassegneremo a queste stragi ma non sarò mai così”. Lo ha detto all’Adnkronos il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini parlando della nuova strage nel Canale di Sicilia. “E’ una strage assurda – dice ancora il sindaco – Quello che è accaduto deve farci riflettere su una possibile ondata di immigrati, molto probabile. Nonostante la fine di Mare Nostrum”. Ecco perché il sindaco parla della necessità di “un dispositivo umanitario che sia europeo e non italiano”. “Ho parlato con il sottosegretario Graziano Delrio, che mi ha chiamato per sapere di cosa avessi bisogno e l’ho rassicurati, ringrazio anche il Prefetto Nicola Diomede che mi è stato vicino”, dice Nicolini. Il sindaco chiede anche “un incontro urgente per trovare subito una soluzione altrimenti la primavera sarà terribile per Lampedusa”.