Immigrati, annullato il maxi-sbarco di domani a Reggio: arriveranno a Trapani, Salerno e in Toscana

Foto LaPresse/Reuters

Foto LaPresse/Reuters

Dopo una riunione d’emergenza a Roma, è stato annullato il maxi-sbarco di immigrati inizialmente previsto per domani mattina al porto di Reggio Calabria. Gli oltre 2.000 migranti soccorsi nelle ultime ore nel Canale di Sicilia verranno accolti in altri scali d’Italia, a Salerno, a Trapani, in Sicilia e in Toscana.

LO SBARCO PIU’ GROSSO A PORTO EMPEDOCLE – Sono circa 700 i profughi che domattina sbarcheranno al molo di Porto Empedocle. Il nutrito gruppo di migranti si trova su un mercantile che li ha raccolti domenica in acque libiche. In serata a Lampedusa e’ stato istituito invece un altro ponte aereo – il secondo della giornata – che ha trasferito 94 migranti in Toscana. Complessivamente nella sola giornata di oggi sono approdati sull’isola 924 profughi. Gli ultimi “arrivi” in serata: prima 48 a bordo di una motovedetta e poi 246 sul rimorchiatore “Asso 30″. In questo momento nel centro di prima accoglienza di Contrada Imbriacola si trovano oltre 1100 migranti.

UNO SBARCO A SALERNO – E’ programmato per domani lo sbarco al porto di Salerno di una nave della Marina militare con a bordo 320 migranti che sono stati recuperati in questi giorni sui barconi al largo della Sicilia, tra i quali persone che sono partite dalla Libia. La prefettura ha convocato per le 18 un tavolo per stabilire nel dettaglio l’accoglienza dei profughi e il piano dei soccorsi. Da luglio 2014 a oggi ci sono stati gia’ sei sbarchi a Salerno, l’ultimo dei quali il 16 settembre scorso. Tra i 320 profughi che sbarcheranno domani mattina alle 10 al porto commerciale di Salerno ci sono 19 bambini e 30 donne, tra le quali si registrano casi di gravidanze. A quanto si apprende dalla Prefettura di Salerno, dove e’ ancora in corso una riunione organizzativa per accogliere i profughi, non si segnalano casi di patologie sanitarie specifiche. La nave che trasferira’ a Salerno i profughi e’ la Durand de La Penne che attracchera’ al “Molo 3 Gennaio”. I profughi, riferiscono dalla Prefettura, sono in gran parte di nazionalita’ nord africana.

UNO SBARCO A TRAPANI – E’ terminato poco prima delle 20, sul molo Ronciglio di Trapani, lo sbarco di 186 immigrati recuperati nel Mar Mediterraneo. Gli stranieri, provenienti in buona parte dal centro Africa (Gambia, Costa D’Avorio, Nigeria e Gabon) sono reduci da due salvataggi: 95 viaggiavano su un gommone e 94 su un altra imbarcazione, entrambi partite dalla Libia. A soccorrerli al largo di Tripoli e’ stato il mercantile “Sestri Star”, battente bandiera maltese. Tra i migranti cinque donne, una delle quali in stato di gravidanza. In banchina Guardia costiera, carabinieri, Polizia e Guardia di finanza per i primi interrogatori alla presenza del magistrato di turno. Le operazioni di sbarco sono state difficoltose a causa delle avverse condizioni meteo.

DOPPIO SBARCO A POZZALLO – Doppio sbarco oggi a Pozzallo, nel ragusano. A bordo di una motovedetta della Guardia di Finanza, il pattugliatore ‘Monte Cimone’, sono approdati 181 migranti soccorsi nel canale di Sicilia. Il pattugliatore e’ stato per diverse ore fermo in rada in attesa che venisse liberato parzialmente il locale centro di prima accoglienza. Nel pomeriggio, poi, il secondo sbarco: a bordo del mercantile ‘Gaz Concorde’ battente bandiera panamense sono approdati 89 migranti, 79 uomini e 10 donne. Tra loro anche una bambina accompagnata dai genitori. Per cinque migranti si e’ anche reso necessario il ricovero in ospedale.