Gli Usa sosterranno con i raid aerei alcuni gruppi di ribelli siriani per combattere l’Isis

isis libia siciliaGli Stati Uniti sosterranno le azioni di alcuni gruppi di ribelli moderati siriani con i raid aerei, per combattere l’Isis. La speranza, scrive il Wall Street Journal, è che si possa “replicare il successo avuto lo scorso mese dalle forze curde, aiutate dai B-1B americani, contro gli estremisti sunniti”. Washington fornirà dei pickup equipaggiati con mitragliatrici, Gps e radio, da usare proprio per chiamare le forze americane a sostegno. Le forze militari statunitensi si stanno preparando ad addestrare i ribelli moderati, in sessioni lunghe tra le quattro e le otto settimane, a partire dal primo marzo, in Giordania. L’obiettivo è di formare 3.000 combattenti entro la fine dell’anno. Sia la Turchia che il Qatar e l’Arabia saudita si sono offerti per ospitare i campi di addestramento. La Turchia dovrebbe ospitare la seconda “sessione” di training, in uno sviluppo che rappresenta anche il tentativo di trovare un punto in comune nelle politiche in Medio oriente tra Ankara e Washington: la prima ha come priorità la caduta di Assad, mentre gli Stati Uniti credono che la priorità immediata sia quella di sconfiggere lo Stato Islamico.