Francavilla di Sicilia (Me): uomo arrestato per danneggiamento e furto aggravato

arresti manetteNotte di fuoco ancora una volta a Francavilla di Sicilia. Già nelle scorse giornate gli abitanti di quel centro avevano assistito ad alcuni incendi di abitazioni apparentemente inspiegabili. Per fortuna in tutti gli episodi non vi erano state conseguenze per le persone. Gli stabili erano stati dichiarati inagibili e transennati ma nessuno era rimasto ferito. La scorsa settimana l’incendio aveva interessato due edifici al momento disabitati. Forte era stato il clamore e altrettanto determinato l’impegno da subito profuso dai Carabinieri della Stazione, diretti dal Maresciallo Garagozzo, per la individuazione del colpevole. Alcune piste erano state subito approfondite ma nessun elemento concreto era apparso a supporto della tesi investigativa. Era stata comunque avviata ogni possibile attività informativa ed investigativa. Poi nella notte di venerdì una nuova segnalazione. Poco dopo la mezzanotte i Carabinieri della Stazione hanno avuto notizia di un nuovo incendio in un casolare disabitato. Immediatamente i militari dell’Arma hanno raggiunto la contrada Cappuccini ove era stato segnalato l’incendio di un casolare adibito a deposito. Una volta giunti sul luogo i Carabinieri hanno ricevuto notizia di un altro incendio appiccato nella mensa sociale dall’altra parte del paese, quindi valutata la situazione al casolare si sono recati presso il nuovo obiettivo ma nel frattempo avevano già in mente il possibile autore, un trentanovenne nato a Palermo ma di fatto domiciliato a Francavilla di Sicilia. Su di lui erano confluiti i sospetti anche nel recente passato. Mentre una squadra si recava alla mensa in via Liguria gli altri Carabinieri si ponevano alla ricerca del sospettato. I militari giunti alla mensa sociale ne abbattevano la porta di ingresso e con gli estintori a disposizione domavano l’incendio , in attesa che giungessero i Vigili del Fuoco impegnati nell’altro incendio. L’intervento consentiva di evitare ben più gravi conseguenze data la presenza del gas per i fornelli.

Il presunto autore del reato, già noto per numerosi altri reati, veniva raggiunto a casa e trovato in possesso di alcuni generi alimentari sottratti poco prima dalla mensa sociale. Nel corso della perquisizione veniva inoltre notata una autoradio che poi si scoprirà essere stata rubata la stessa sera da una autovettura parcheggiata in via Mazzini. Le immagini di video sorveglianza confermavano la tesi dei Carabinieri. Messo alle strette il sospettato confermava le accuse ammettendo la propria responsabilità. I beni rubati sono stati subito restituiti agli aventi diritto.

Dopo una nottata così intensa i Carabinieri della Stazione di Francavilla hanno dichiarato in arresto Scarpinato Massimiliano per danneggiamento seguito da incendio e per furto aggravato. L’arrestato è stato portato subito dopo a Messina presso il Palazzo di Giustizia per l’udienza di convalida. L’arresto è stato convalidato e l’avvocato difensore ha chiesto i termini a difesa. Il Giudice valutati tutti gli aspetti della vicenda e le caratteristiche del reo ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Un sospiro di sollievo per la cittadinanza ed un segnale di fiducia verso i Carabinieri della Stazione che con impegno e dedizione hanno ottenuto quest’importante risultato.