Cosenza: il presidente Occhiuto discute al Consiglio Provinciale

I temi caldi sono il Piano di dimensionamento scolastico e lo stato di calamità naturale

consiglio provinciale occhiuto 14Il Presidente della Provincia, Arch. Mario Occhiuto, ha illustrato nel corso del Consiglio Provinciale odierno la Relazione di Inizio Mandato redatta i sensi della normativa vigente e comprendente la descrizione della situazione economica e finanziaria dell’Ente, dando atto che allo stato “non ricorrono i presupposti per le procedure di riequilibrio finanziario”.
La sintesi dei dati finanziari presentati in Consiglio Provinciale certifica il pareggio di bilancio, il rispetto del Patto di Stabilità e l’assenza di contratti relativi a strumenti derivati e di debiti fuori bilancio. Una situazione che – nonostante l’alto indebitamento per mutui – per il Presidente Occhiuto mette al momento la Provincia di Cosenza al riparo da rischi finanziari, anche considerando i risparmi per due milioni di euro già realizzati dall’Amministrazione in carica con la diminuzione del numero dei dirigenti – passati da 23 a 16 unità e destinati a diventare 11 per effetto dei prossimi pensionamenti – ed il taglio delle risorse per Posizioni Organizzative. Si attende, in ogni caso, la riorganizzazione di funzioni e risorse da parte dell’Osservatorio Regionale, senza la quale la situazione potrebbe diventare negativa. Difatti, secondo il Presidente Occhiuto il problema per le Province italiane è di tipo complessivo e riguarda il contributo richiesto agli Enti dalla Legge di Stabilità 2015 per il contenimento della spesa pubblica, che supera il livello di sopportabilità delle stesse. Sul punto, la diminuzione delle entrate previste dalla Legge di Stabilità, associata all’alto indebitamento dell’Ente, può diventare fattore di rischio e destinare l’Ente a un non auspicabile dissesto.
occhiuto-provincia-Il Consiglio ha discusso in prima istanza le determinazioni in ordine alla Programmazione Territoriale della Rete Scolastica e dell’Offerta Formativa, soffermandosi sul Piano di Dimensionamento per l’anno scolastico 2015/2016. Ha relazionato la Dirigente del Settore Maria Francesca Gatto, dando atto che la Provincia conferma il precedente Piano di Dimensionamento e non sono previste nuove aggregazioni né per scuole superiori né per istituti comprensivi. Autorizzati 18 nuovi indirizzi di studio, due corsi serali e due nuovi plessi, come da richieste dei Comuni interessati. Si attendono nuovi criteri regionali che si auspica possano essere più favorevoli per il mantenimento delle autonomie. Sul punto il Presidente della Provincia ha dato atto che sono state accolte tutte le indicazioni dei Sindaci e degli Amministratori comunali. Numerosi gli interventi dei Consiglieri presenti, che hanno approvato all’unanimità.
L’ordine del giorno del Consiglio Provinciale è stato integrato con il seguente argomento: – Commissione speciale per il VI Centenario della nascita di San Francesco di Paola – Costituzione, individuazione componenti e provvedimenti organizzativi. Accolta all’unanimità la proposta illustrata dal Cons. Serra, di istituzione – sentiti i Capi Gruppo – di un Gruppo di Lavoro composto dai Consiglieri Tenuta, Bruno, Nicoletti, Di Natale e Ramundo, per la stesura del Regolamento e delle Attività per onorare l’evento. Una proposta ritenuta importante dal Presidente Mario Occhiuto, per il quale la Provincia può assumere un ruolo propulsivo importante.
Accolta infine all’unanimità la proposta del Cons. Lamboglia di approvazione di un O.d.G. del Consiglio Provinciale, per fare voti alla Regione Calabria affinché la stessa richieda lo stato di calamità naturale in Calabria e particolarmente nella provincia di Cosenza, a causa degli ingenti danni causati dal persistente e preoccupante maltempo.