Catania, la clamorosa ipotesi su Nicole: forse è nata morta, “aspettiamo esame”

LaPresse

LaPresse

Dall’ispezione macroscopica sul corpo della bimba sembrerebbe che i polmoni non abbiano mai respirato dopo il parto. Ma in realta’ soltanto l’esame istologico al microscopio potra’ dirci con certezza se Nicole e’ nata viva o morta, aspettiamo dunque i risultati“. Lo dice all’ANSA il neonatologo Guglielmo Catalioto, dirigente medico al Papardo-Piemonte di Messina. Catalioto e’ uno dei periti di parte dei genitori di Nicole, la neonata sul cui decesso indagano le Procure di Catania e Ragusa, oltre alla commissione congiunta ministero della Salute-Regione siciliana e i Nas. Il perito spiega di aver detto ai genitori che “qualcuno ha avuto fretta di dire che la bimba era nata viva: in questa fase non abbiamo certezze, non possiamo formulare alcuna tesi, e’ fondamentale aspettare l’esame istologico”. Sara’ l’anatomopatologo, incaricato dei rilievi istologici, a stabilire se i polmoni della bimba abbiano o no preso aria dopo il parto. “Pensiamo a un palloncino: quando si gonfia e poi si sgonfia rimane l’impronta“, spiega il neonatologo. “In questo momento – ribadisce – sarebbe sbagliato esprimersi in un senso o nell’altro”.