Calabria, il senatore Bilardi: “Oliverio impugni al Tar decisione del Prefetto di Catanzaro su Fondazione Campanella”

fondazione-campanella-polo-oncologico-catanzaroRiteniamo la decisione del prefetto di Catanzaro sulla Fondazione Tommaso Campanella sbagliata e correggibile e pertanto chiediamo ufficialmente al presidente Oliverio di impugnarla dinanzi al Tar e, eventualmente, al Consiglio di Stato. Lo afferma il sen Giovanni Bilardi, coordinatore regionale vicario di Ncd Calabria.

Preliminarmente – afferma Bilardi- bisogna dire che la decisione del Prefetto, persona rispettabile e certamente animata da buonafede, non tiene conto delle disposizioni del codice civile che consentono anche la trasformazione delle Fondazioni. Non vi è dubbio che le responsabilità storiche della Regione nella fattispecie siano enormi- prosegue Bilardi- ma con il fallimento si mandano all’aria il know how medico, il personale e, soprattutto, oltre cinquecento pazienti oncologici. E’ necessario, quindi.- continua ancora Bilardi- che la Giunta Regionale impugni dinanzi al Tar la delibera prefettizia convocando, insieme all’Università (che non sarebbe stato ascoltata prima del provvedimento), al Ministero della Salute , un tavolo che possa consentire di salvare concretamente la Fondazione medesima. L’invito che formuliamo a Oliverio- conclude Bilardi – tiene conto della necessità di non buttare al vento un’esperienza che ha tanti risvolti positivi e che ha visto impegnare notevoli risorse statali, ma anche  dell’eccesso ravvisabile nell’atto amministrativo che poteva  guardare ad altri orizzonti, proprio come prevede la normativa .