Calabria, nasce #Vogliamounacalabrianuova: “vogliamo incontrare Oliverio”

mario-oliverio“Ci sono cittadini calabresi stanchi di guardare una politica immobile, che non riesce a decidere per il bene di questa regione e che pensa sovente solo ai propri interessi. Ci sono cittadini calabresi che non vogliono più stare in silenzio mentre si consuma la lenta agonia delle Istituzioni e della loro autorevolezza. Sono questi i cittadini calabresi che hanno deciso di lanciare una proposta al neo Presidente della Regione Mario Oliverio. La proposta è di scegliere i membri della prossima Giunta regionale tra professionisti competenti ed esterni al Consiglio regionale e ai partiti, persone con energia, passione e determinazione nel voler iniziare un serio e concreto processo di cambiamento nella Regione Calabria in quanto istituzione e in quanto territorio. Tali persone con provate ed elevate competenze nel settore specifico di ciascun assessorato, dovranno essere espressione del meglio della società civile calabrese, sganciate dalla politica che fino ad ora ha corrotto il sistema e con solidi valori etici. Questa proposta non ha alcuna intenzione di essere tradotta in una richiesta di dimissioni al Presidente Oliverio o di nuove elezioni, ma intende essere un’opportunità data all’attuale classe politica calabrese di riscattarsi agli occhi di una popolazione che ormai non crede più nella politica e non ce la fa più ad attendere un cambiamento che difficilmente arriverà. Siamo cittadini calabresi e dietro questa proposta non si cela alcuna azienda da agevolare, alcun partito da finanziare, alcun personaggio al quale doversi inchinare. In noi c’è solo il desiderio di essere apripista di un cambiamento che ogni giorno cerchiamo di attuare lavorando, facendo impresa e impegnandoci nelle associazioni di cui facciamo parte. L’invito che vogliamo rivolgere al Presidente Mario Oliverio è di incontrarci venerdì 13 febbraio per ascoltare le ragioni di noi cittadini e rispondere alla nostra proposta. #Vogliamounacalabrianuova esprime il risveglio di una parte della società civile calabrese che conosce le potenzialità di questa terra e non vuole più aspettare che la politica decida da sola senza mai rendere conto ai cittadini che l’hanno legittimata a gestire questa regione. Crediamo che questo sia il momento opportuno per rompere con un passato disastroso e ignobile della politica calabrese, e l’unico modo per operare questa rottura è di assumerci anche noi cittadini la responsabilità di quanto accade intorno a noi. Qualora il Presidente Oliverio accettasse il nostro invito comunicheremo luogo e orario dell’incontro concordandolo con la Presidenza della Regione Calabria”. E’ quanto scrivono Anna Laura Orrico, Sergio Gimigliano, Marco Lo Gullo, Marcello Stani, Massimiliano Orrico, Roberto Fittipaldi, Salvatore Calabrese, Roberto Principe, Maria Emmanuele, Maria Capparelli, Erminia Broccoli, Vinicio Altomare, Teresa Jennarelli, Stefano Amato, Simona Sità, Giuseppe Jirilli, Silvio Carrieri”