Brolo (ME), inchiesta “Mutui fantasma”: la procura chiede una proroga dellecustodie cautelari

Model house --- Image by © Matthias Kulka/zefa/CorbisLa procura di Patti (Me) ha chiesto una proroga della custodia cautelare per gli indagati coinvolti nell’inchiesta sui “Mutui fantasma” a Brolo, che il 18 agosto ha portato all’esecuzione di dieci provvedimenti cautelari, di cui uno in carcere e sei ai domiciliari). La procura intende bloccare le scarcerazioni previste per decorrenza dei termini il prossimo 16 febbraio. L’indagine ha scoperto l’esistenza di alcuni importi finanziati al comune con dei mutui poi non utilizzati e scomparsi e ha portato, fra gli altri, all’arresto dell’ex sindaco di Brolo, Salvo Messina, costretto alle dimissioni dopo essere stato raggiunto da avviso di garanzia. Arrestato anche il ragioniere generale del Comune di Brolo ed altri impiegati. I magistrati, sottolineano l’importanza della prosecuzione delle esigenze cautelari anche perche’ molti degli indagati hanno continuato ad operare in Municipio quando ormai l’inchiesta era di dominio pubblico. Inoltre l’ex sindaco Salvo Messina ha inviato in Procura ed alla Corte dei Conti il mese scorso una lettera per chiedere ulteriori accertamenti che, secondo i magistrati rappresentata una violazione degli arresti domiciliari. Il Gip decidera’ martedi’.