Basket, A2 Silver: la Viola ha smarrito la strada del successo, Scafati passa al PalaCalafiore

10965610_10205217326145610_1346057580_nVIOLA-SCAFATI 65-72

VIOLA: Deloach 8, Casini 6, Azzaro, Rezzano 18, Lupusor 1, Spissu 4, Rossi 10, De Meo. Rush 8, Ammannato 10

SCAFATI: Spinelli 18, Zaccariello, Evans 13, Lestini 11, Ghiacci 5, Ruggiero 13, Simmons 8, Matrone, Bisconti 4, Sanguinetti

La Viola Reggio Calabria non sa più vincere e subisce un’altra pesantissima sconfitta al PalaCalafiore contro Scafati. Partita negativa per il duo Deloach-Rush con il primo davvero irritante nei momento salienti del match.

LA CRONACA – La Viola parte con il quintetto base Rossi-Ammannato-Rezzano-Rush-Deloach, Scafati risponde con Spinelli-Zaccariello-Simmons-Ghiacci-Sanguinetti. Tanti errori in avvio, palle perse da una parte e dall’altra, primo canestro del match firmato Ruggiero con una tripla, ancora Lestini da tre firma il primo break (0-6); primo canestro Viola con Rossi abile a entrare nella difesa di Scafati. Ruggiero continua a bombardare da tre, Ammannato trova il canestro da sotto e Deloach riporta i padroni di casa a -4; Ruggiero è infallibile dalla lunga, Rossi limita i danni. La difesa di Benedetto non funziona e ancora Lestini trova il canestro dalla lunga per il nuovo + 7 ospite con coach Benedetto costretto a chiamare timeout. I risultati non sono quelli sperati, la Viola fa fatica in attacco mentre Scafati trova con facilità la via del canestro: alla fine del primo quarto il punteggio è 12-25 e sorprendente + 13 ospite.a

Nel secondo quarto Scafati, limitata dal terzo fallo di Evans costretto a sedersi in panchina, soffre Rezzano che ne approfitta realizzando due triple consecutive (19-27), coach Finelli costretto a chiamare timeout. Deloach vuole risolvere da solo la partita e non  premia i compagni meglio posizionati, Scafati non trova più il canestro e soffre l’intensità difensiva della Viola; primo canestro dalla lunga per l’ultimo arrivato Spissu e Viola che accorcia a -3 (24-27). Scafati ferma il break con una schiacciata di Ruggiero ma l’ultimo canestro di Casini firma il primo vantaggio Viola proprio negli ultimi secondi: all’intervallo il punteggio è 30-29 con un secondo quarto da incorniciare per la Viola. Nella ripresa partenza sprint per la Viola con i canestri di Rush e Rezzano, una tripla di Spinelli firma il nuovo pareggio (34-34); Evans nonostante il quarto fallo fa vedere buone giocate e Ruggiero è in serata di grazia (39-41). Botta e risposta Bisconti-Rossi, Rezzano da tre è super (48-45); gli animi si accendono dopo alcune chiamate discutibili degli arbitri, Rezzano con un canestro di gran classe e Rush con una schiacciata portano la Viola sul +6 al 29’; alla fine del terzo quarto il tabellone segna 53-49. L’ultimo periodo inizia con il canestro di Simmons e la risposta da tre di Rush; i padroni di casa soffrono tantissimo dalla lunga distanza, Ghiacci firma il nuovo sorpasso ospite e Benedetto è costretto a chiamare timeout. Sotto canestro Evans è immarcabile, Ammannato ferma il break ospite (58-61). Sale in cattedra Ammannato che prima riporta la Viola a -1 a due minuti dal termine (63-64) e poi subisce uno sfondo importantissimo; ancora Simmons inchioda il +3 ospite. Rezzano risponde ma ancora una tripla ospite mette la parole fine all’incontro.

IL COMMENTO FINALE – La Viola dopo la sconfitta contro Treviglio non riesce a rialzarsi e sotto i colpi di Spinelli e Evans subisce la sconfitta più pesante degli ultimi incontri. La squadra di coach Benedetto ha smarrito la strada della vittoria e ha bisogno di nuove soluzioni per ritornare al successo.