Basket A2 Silver: la Viola asfalta Tortona con una gara super

finaleVIOLA-TORTONA 92-71

VIOLA: Rossi 2, Ammannato 6, Deloach 8, Rush 22, Rezzano 17, Spissu 12, Azzaro, Lupusor 14, Casini 11, De Meo

TORTONA: Rotondo 6, Gioria 7, Venuto 3, Simoncelli 5, Strotz 2, Losi 10, Crockett 4, Valenti 10, Tavernari 14, Galloway 10

Partita delicata per la Viola Reggio Calabria che reduce da cinque sconfitte negli ultimi sei incontri disputatati non può permettersi un nuovo passo falso. Coach Benedetto si affida alla coppia Deloach-Rush per scardinare la difesa di Tortona, per gli ospiti pericolosissimi Galloway e Crockett.

LA CRONACA – La Viola parte con il consueto quintetto Rossi-Rezzano-Deloach-Ammannato-Rush, Tortona risponde con Venuto-Tavernari-Crockett-Rotondo-Galloway. Primi minuti con tanti errori da una parte e dall’altra, primo canestro a opera di Rotondo, risponde il solito Rezzano da tre (2-3), che poi si ripete volando in contropiede. Rossi fa valere la propria velocità, Galloway fa dell’atletismo il punto di forza e inchioda il -3. Ammannato dalla lunetta è efficace, Tavernari bombarda da 3; Rezzano dalla lunga è infallibile e si dimostra l’uomo più in forma dei neroarancio ma Tavernari non è da meno. Entra nel match Deloach che con una penetrazione porta sul + 4 la Viola. Rush, almeno nei primi minuti non si dimostra pienamente recuperato e sbaglia tiri che solitamente non fallisce; la Viola alza l’intensità difensiva e Deloach ritorna il principale terminale offensivo e sancisce il massimo vantaggio Viola al 6’ (19-12). La Viola dimostra di essere tornata quella delle partite migliori e una splendida giocata Deloach-Rush firma al 9’ il +12; tanti errori prima della sirena: punteggio 27-18.

10967978_10205267794327283_1379306142_nAll’inizio del secondo quarto la Viola subisce sotto canestro e Tortona realizza due canestri consecutivi che avvicinano gli ospiti a -4; Spissu entra ottimamente nel match e serve un assist a Casini che realizza da 3. Buon impatto anche per il giovane Lupusor che con un canestro più fallo riscalda il pubblico, il ritrovato Rush vola in contropiede per il massimo vantaggio Viola (40-25). Ancora Spissu fa vedere tutte le proprie qualità ed entra nella difesa avversaria con estrema facilità: al 16’ il tabellone segna 44-25. Dopo due errori offensivi, puniti subito dagli ospiti, coach Benedetto chiama timeout. Botta e risposta Galloway-Deloach, Lupusor dimostra discrete qualità con un sottomano e questa volta è coach Cavina a fermare il gioco. A 15 secondi dall’intervallo lungo, Ammannato commette un fallo antisportivo, Tortona ne approfitta: si va all’intervallo sul 48-42. Si riprende, nessun punto per i primi 3 minuti, ci pensano Rotondo con un semigancio e Simoncelli con una tripla a portare a un solo possesso di differenza gli ospiti (48-47); Ammannato firma il primo canestro della ripresa per la Viola con una schiacciata in contropiede, Erik Rush con un tap-in e Rezzano dalla lunga sbloccano i neroarancio (55-49 al 26’). Lupusor è sempre più sorprendente e con un nuovo canestro più fallo firma il +9; in difesa la Viola è impenetrabile e coach Benedetto sembra apprezzare caricando la squadra. Un canestro di Rezzano e due liberi di Rotondo chiudono un terzo quarto giocato egregiamente dalla Viola (66-53). Il primo canestro dell’ultima quarto porta la firma di Casini, Tortona prova a rientrare nel match ma Galloway sbaglia in contropiede una schiacciata che avrebbe potuto far rientrare in gioco gli ospiti; Rush e Casini con due triple consecutive mettono in  ghiaccio il match, Losi prova a salvare l’onore con un tripla. Il pubblico saluta con una standing ovation l’uscita di Lupusor, Spissu realizza due volte di fila da tre e il match va avanti senza grossi sussulti fino al definitivo 92-71.10984676_10205267636643341_1900241559_n

IL COMMENTO FINALE – Dopo una serie di partite non giocate al meglio, la Viola dimostra di essere tornata quella che aveva fatto innamorare i tifosi neroarancio e interrompe una striscia negativa di risultati. La partita la Viola l’ha vinta in difesa limitando al minimo la coppia Galloway-Crockett; ritrovati i migliori Deloach e Rush, continua a confermarsi uomo del match Rezzano, vera sorpresa Lupusor che trova buoni canestri e che si dimostra efficace sotto canestro. Coach Benedetto sembra aver trovato le migliori soluzioni per non soffrire dalla lunga distanza come negli ultimi match e anche in attacco le cose sembrano migliorare. Questa è la squadra che i tifosi si aspettano, la Viola è tornata e ora non vuole più fermarsi.