Barcellona P.G: la dott.ssa Fugazzotto sabato al Parco Urbano terrà un incontro per parlare del metodo PNEI 4U

photo.phpLa dott.ssa barcellonese Gabriella Fugazzotto, sabato 28 febbraio, presso il Parco Urbano “Maggiore La Rosa”, terrà un incontro in cui parlerà di Psico Neuro Endocrino Immunologia, Omeopatia, Omotossicologia ed Alimentazione. La dott.ssa, medico dietologo dell’Università di Padova ed esperta in PNEI, Omeopatia ed Omotossicologia all’Università di Milano, presenterà un nuovo innovativo approccio alla salute basato sul metodo PNEI 4U, ideato dalla prof.ssa Maria Corgna di Roma, i cui 4 pilastri sono rappresentati da: Psiche, con tecniche moderne ed efficaci di gestione dello stress, Nutrizione antinfiammatoria ed antiossidante, Esercizio fisico ed un Iter Terapeutico di Medicina integrata all’avanguardia.

Il metodo PNEI4U studia a fondo la modalità di vedere/ percepire la realtà, concetto espresso chiaramente dall’identità psicobiologia o affettivo cognitiva. Non solo gli eventi ma soprattutto la “lettura” degli eventi possono produrre patologie gravi e croniche. L’attivazione dei sistemi dello stress con le relative conseguenze, è legata non solo all’evento ma soprattutto alla modalità di lettura dell’evento; da oltre vent’anni si parla di stress rating scale non tanto in funzione della “gravità dell’evento stressante” ma anche della reazione individuale all’evento stressante. Da una vasta sperimentazione risulta che ad una determinata modalità di lettura della realtà e degli eventi si associa una peculiare e specifica modalità psico-comportamentale che si correla con un ottimo margine di prevedibilità alla comparsa di determinate sindromi o patologie. L’identità psicobiologica, ovvero la modalità di lettura della realtà, si associa a fisiologia e comportamenti e sintassi interiori che, correttamente interpretati, possono essere revisionati ed equilibrati. Questo il compito del “coaching” in chiave Pnei e dei semplici ed efficacissimi strumenti, mutuati dalle più evolute tecniche di Psicologia Energetica, che vengono forniti all’operatore perché “guidi” il suo paziente verso uno stato di potenziamento interiore, di fiducia nella possibilità di guarigione, di affrancamento da sistemi di credenze limitanti e quindi, in una parola, gli garantiscano l’accesso a spazi interni vasti e caratterizzati da leggerezza e positività.  La conferenza è aperta a tutti. Ingresso gratuito.