AnsaldoBreda e STS vendute ai giapponesi di Hitachi, operazione da oltre 800 milioni di euro

fabbrica ansaldobreda cariniRaggiunto l’accordo tra Finmeccanica e Hitachi per l’acquisto, da parte del Gruppo giapponese, dell’attuale business di AnsaldoBreda (ad esclusione di alcune attivita’ di revamping e di determinati contratti residuali) e dell’intera partecipazione detenuta da Finmeccanica nel capitale sociale di Ansaldo STS, pari a circa il 40% del capitale sociale della stessa. La chiusura delle operazioni – informa una nota di Finmeccanica – e’ prevista nel corso dell’anno ed e’ soggetta alle specifiche condizioni tipiche per tale tipo di operazioni, quali autorizzazioni regolamentari e antitrust. Queste acquisizioni rappresentano un traguardo chiave nella strategia di Hitachi Rail, che punta a diventare leader globale nelle soluzioni ferroviarie, espandendo in modo significativo la propria attivita’ a livello mondiale, e consentiranno al Gruppo di rafforzare la propria posizione nei sistemi di segnalamento/gestione del traffico, incrementando le operazioni c.d. “chiavi in mano” nonche’ il portfolio, con prodotti all’avanguardia sui mercati internazionali. I business oggetto dell’acquisizione sono strategici per l’Italia e l’integrazione con Hitachi rappresenta un’opportunita’ unica per sviluppare il loro potenziale di crescita in nuovi mercati. L’integrazione con Hitachi assicurera’ il miglior futuro possibile ai business di Ansaldo STS e di AnsaldoBreda nonche’ ai loro dipendenti, rappresentando un passo fondamentale nella implementazione del Piano industriale di Finmeccanica, la quale diventera’ una societa’ interamente concentrata su Aerospazio, Difesa&Sicurezza. A seguito di queste operazioni il debito netto del Gruppo Finmeccanica a fine 2015 si ridurra’ di circa 600 milioni di euro, con una plusvalenza netta complessiva di circa 250 milioni. Hiroaki Nakanishi, presidente e amministratore delegato di Hitachi, ha affermato che “l’acquisizione si inquadra nella strategia di Hitachi volta alla crescita del ‘Social Innovation Business’, mediante la combinazione di tecnologia IT con le nostre valide soluzione infrastrutturali”. Per l’amministratore delegato e direttore generale di Finmeccanica, Mauro Moretti, “le operazioni annunciate confermano il nostro impegno nel realizzare gli obiettivi economici e finanziari per ridurre significativamente il debito netto. Sono sicuro che entrambe le societa’ ricopriranno un ruolo chiave nel futuro sviluppo del business di Hitachi Rail in tutto il mondo, facendo leva sui centri di eccellenza nei sistemi ferroviari e nel trasporto metropolitano”. Alistair Dormer, amministratore delegato globale di Hitachi Rail ha affermato che “grazie a queste operazioni, saremo nell’eccellente posizione di trasformare Hitachi Rail in uno dei piu’ forti player del settore”. Il Prezzo di acquisto previsto dal Contratto di Compravendita delle Azioni di Ansaldo STS e’ pari a 9,65 euro per azione di Ansaldo STS, per un corrispettivo complessivo pari a 773 milioni di euro. Il prezzo di acquisto concordato e’ soggetto a possibili aggiustamenti in negativo prima del closing nel caso in cui Ansaldo STS approvi la distribuzione di dividendi, acconti su dividendi, ovvero altre distribuzioni (in tal caso, l’ammontare del dividendo o riserva o altra distribuzione o acconti sui dividendi corrisposti per ciascuna azione, verra’ dedotto dal prezzo di acquisto per azioni da versare a Finmeccanica). Il corrispettivo totale netto da corrispondere a Finmeccanica in base all’accordo di acquisto dell’attuale business di AnsaldoBreda, comprensivo del patrimonio immobiliare, ammonta a 36 milioni di euro. Finmeccanica aggiornera’ le Guidance di Gruppo per l’intero 2015 al completamento della transazione. A seguito delle Acquisizioni, Hitachi lancera’ un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle rimanenti azioni di Ansaldo STS ai sensi e in conformita’ alla legge italiana.