Allerta Meteo: forti piogge, scirocco impetuoso e intense mareggiate tra stasera e domani nello Stretto

Allerta Meteo nello Stretto di Messina: tra stasera e domani piogge torrenziali e venti di scirocco impetuosi, forti mareggiate nei tratti di costa esposti a sud

meteo 1 settembre 2014Lo scirocco sta già soffiando in modo abbastanza intenso stamattina nello Stretto di Messina, con raffiche fino a 60km/h, ma è ancora soltanto un piccolo assaggio di quella che sarà una notte – e poi una giornata di domenica – di maltempo estremo. Stavolta lo Stretto sarà colpito in pieno dalla nuova vastissima perturbazione in arrivo dal nord Africa, al contrario del ciclone dei giorni scorsi che come previsto ha colpito duramente le zone joniche risparmiando lo Stretto che è stato riparato dall’Aspromonte. I venti erano orientali e come sempre accade con quel tipo di correnti da est, lo Stretto è stato un’isola felice di sole e clima mite mentre tutt’intorno si scatenavano venti impetuosi, mareggiate e piogge torrenziali.

meteo 1 settembre 2014 2Stavolta, invece, i venti saranno da sud, con una piccola componente da est, ma sarà più ostro che scirocco e lo Stretto verrà colpito in pieno non solo dai venti che si incanaleranno dal mar Jonio, ma anche dalle precipitazioni. Ovviamente più colpite le zone joniche e meridionali, con picchi di oltre 100-130mm nelle dorsali dell’Aspromonte e dei Peloritani esposte a sud/est. Pioverà intensamente anche a Messina e soprattutto a Reggio Calabria, dove sono attesi oltre 60mm di pioggia. Inizierà a piovere in modo significativo nel tardo pomeriggio di oggi, i fenomeni si intensificheranno in serata. Il “clou” delle precipitazioni sarà nella notte, tra l’una e le sette del mattino, ma continuerà a diluviare anche domenica per tutta la giornata, seppur con fenomeni in attenuazione nella serata. Durante il maltempo e i nubifragi, soffierà impetuoso il vento di scirocco che nella notte potrà superare i 100km/h con raffiche fino a 120km/h, con danni e disagi sul territorio. Fortunatamente il peggio sarà in piena notte, ma è comunque consigliabile particolare attenzione soprattutto nelle aree costiere esposte a sud, sferzate da violente mareggiate. Stavolta, infine, le temperature saranno decisamente miti: non scenderanno sotto i +13/+14°C in città durante il diluvio, e la neve cadrà soltanto alle altissime quote, oltre i 2.000/2.200 metri, quindi neanche sulle vette di Aspromonte e Peloritani dove – anzi – vento e pioggia scioglieranno rapidamente l’abbondante oltre nevosa ancora presente al suolo, provocando un improvviso ingrossamento di tutti i corsi d’acqua che nelle zone joniche rischiano di esondare provocando inondazioni e allagamenti. Per seguire la situazione in diretta, ecco le pagine del nowcasting di MeteoWeb: