Alberto Angela incontra gli studenti lametini al Liceo “Campanella”

Alberto Angela BronziRitrovarsi nella Pompei del 79 d.c. e calarsi nel quotidiano di uomini e donne che, a poche ore dall’eruzione del Vesuvio, vivevano una vita “normale”, completamente ignari di ciò che stava per accadere. Studi archeologici, contributi di scienziati, storie di persone veramente esistite si intrecciano nel libro “I tre giorni di Pompei” di Alberto Angela che giovedì prossimo 19 febbraio alle 11 incontrerà gli studenti nell’auditorium del Liceo “Campanella” di Lamezia Terme. Parteciperanno all’iniziativa rappresentanze degli studenti di tutti gli istituti superiori lametini.

L’incontro dello studioso e conduttore televisivo con gli studenti si inserisce nell’ambito dell’iniziativa con Alberto Angela organizzata dal Sistema Bibliotecario Lametino, dall’Associazione Archeologica Lametina e dalla Libreria Tavella con il patrocinio della Provincia di Catanzaro e del Comune di Lamezia Terme.

 Prendendo spunto dallo stile e dalla modalità narrativa del libro di Angela, che ricostruisce le dinamiche della vita quotidiana di Pompei ed Ercolano nei giorni dell’eruzione del Vesuvio, i ragazzi del Liceo Campanella, guidati dalle docenti Michela Cimmino e Licia Di Salvo, offriranno una rappresentazione coreografica dei giorni di Pompei raccontati nel libro: vestiranno costumi caratteristici del periodo dell’Impero Romano, grazie al contributo stilistico e artistico dell’artista lametina Manuelita Iacopetta. L’incontro sarà accompagnato dall’orchestra degli studenti dell’indirizzo musicale – coreutico del Campanella.

“E’ un onore per il nostro istituto ospitare una personalità come Alberto Angela che, con il suo ultimo lavoro e con i libri precedenti, ci consegna un patrimonio di studi e ricerche di altissimo valore che egli è capace di divulgare con una modalità innovativa, in grado di parlare ai giovani e di suscitare in loro il desiderio di scoprire e approcciarsi in modo nuovo allo studio della storia – dichiara il dirigente del Liceo “Campanella” Giovanni Martello ringraziando “gli organizzatori per aver scelto la nostra scuola per dare la possibilità a tanti studenti lametini di incontrare Alberto Angela. Questa iniziativa si inserisce nello spirito della mission del Campanella che da sempre cerca di offrire ai propri studenti opportunità formative di ampio respiro, finalizzate non solo a formare bravi studenti, ma anche cittadini consapevoli e responsabili”