fbpx

Terremoto di oggi a Reggio, Vigili del Fuoco e Protezione Civile: “solo telefonate di puro allarmismo”

I vigili del fuoco e la protezione civile hanno ricevuto chiamate solo a scopo informativo, paura scampata

map_mcsStamattina lo Stretto si è svegliato con una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 alle 08:17. Secondo le informazioni fornitici dai vigili del fuoco di Reggio Calabria non ci sono danni a cose o persone, anche se sono arrivate in centrale un centinaio di chiamate soprattutto di cittadini spaventati. Non ci sono state infatti richieste d’intervento.  “Telefonate di puro allarmismo” – dichiara l’intervistato dei vigili del fuoco – “in cui sono state richieste informazioni sull’accaduto”. Alcune scuole sono state evacuate a scopo preventivo autonomamente secondo libera decisione del dirigente di ogni singolo istituto, anche senza un’ordinanza del sindaco. La protezione Civile di Reggio non ha fatto altro che confermare la versione dei vigili del fuoco, si parla di allarmismo moderato e di alcune scuole chiuse. I genitori che avevano i figli nelle scuole non evacuate e che hanno preferito portare a casa i figli lo hanno fatto autonomamente. La protezione civile dichiara di aver ricevuto una cinquantina di chiamate sia alla sede di Reggio che a quella di Catanzaro. Per quanto riguarda Messina, il clima sembra ancor più disteso, in quanto la protezione civile ha ricevuto una decina di chiamate e nessuna scuola è stata evacuata. Disagi al traffico e alla viabilità per gli ingorghi provocati dall’evacuazione delle scuole, ma nulla di grave.