Categoria: 1° PIANOEDITORIALINEWSNOTIZIE DALL'ITALIAPALERMOSICILIA

Sergio Mattarella, il primo Siciliano Presidente della Repubblica Italiana [BIOGRAFIA & DETTAGLI]

I ‘Grandi elettori’ hanno deciso: alla quarta votazione il palermitano Sergio Mattarella succede a ‘Re’ Giorgio Napolitano

Matteo Renzi ce l’ha fatta: alla quarta votazione Sergio Mattarella è stato eletto nuovo Presidente della Repubblica. Il democristiano tendente a sinistra sale al Colle e prende il posto di Giorgio Napolitano. Il premier ha compiuto un vero e proprio capolavoro: ha compattato il Pd, ha riunito con sè gli ex alleati di SeL e la coalizione di governo centristi e Ncd. Tanti i ‘Grandi elettori’ di Forza Italia, probabilmente ex democristiani, a votare Mattarella. Silvio Berlusconi è sempre più isolato. Lega Nord e Fratelli d’Italia hanno votato Vittorio Feltri. Il Movimento 5 Stelle ha insistito su Imposimato, i dissidenti grillini si sono divisi tra Mattarella (pochi) e Rodotà (la maggior parte).

La biografia del nuovo Capo dello Stato

Sergio Mattarella, nato a Castellamare del Golfo (Palermo) nel 1941, è il nuovo Presidente della Repubblica italiana: ha 72 anni ed è il primo siciliano a salire al Colle. Nasce in una famiglia dove la parole d’ordine è “politica”. Il padre, Bernardo, è uomo democristiano mentre suo fratello maggiore Piersanti fa carriera in politica fino a divenire presidente della regione Sicilia. Quest’ultimo però viene poi assassinato da Cosa nostra a seguito della denuncia al proprio assessore, Giuseppe Aleppo, di aver manomesso i contributi agricoli regionali. Sergio entra in politica grazie alla Democrazia Cristiana proprio come suo padre e suo fratello, ma poi diventa deputato per il Partito Popolare Italiano e in seguito per la Margherita. Dal 2011 è giudice costituzionale di nomina parlamentare. Nel 1989 viene eletto Ministro dell’Istruzione, nel 1998 è Vice presidente del Consiglio dei Ministri, nel 1999 viene nominato Ministro della difesa. A lui si deve anche la legge elettorale Mattarella, alla quale il politologo Giovanni Sartori diede l’appellativo di “Mattarellum”,che fu impiegata per le elezioni politiche del 1994, del 1996 e del 2001.