fbpx

Reggina-Lecce 2-1, le pagelle di StrettoWeb: Masini il migliore, bene tutti i 6 nuovi

masini rete 01Tutti i sei nuovi acquisti del mercato in campo, cinque da titolari e Zibert nel secondo tempo al posto del giovanissimo Mazzone stremato dopo un’ottima gara nella vittoriosa sfida contro il Lecce: hanno convinto, in modo particolare Gallozzi il migliore nel primo tempo, ma anche Balistreri che di testa le ha prese tutte fornendo ottime sponde ai compagni e aiutando la squadra a fare i movimenti giusti. Bene anche Belardi, Aronica e Cirillo in difesa, per chi nutriva dei dubbi sulla loro tenuta in base all’età e alle condizioni fisiche, perchè le qualità calcistiche sono indiscutibili e non si scoprono certo oggi.

Le pagelle di StrettoWeb:

Belardi 6,5 Incolpevole sul gol di Moscardelli in apertura, parata importante nel finale e tanta sicurezza trasmessa a tutta la squadra.
Di Lorenzo 6,5 Buona prestazione prima da terzino destro, poi nel finale da esterno di centrocampo: combatte con le unghie e con i denti.
Cirillo 6,5 Si fa anticipare ingenuamente da Moscardelli, che comunque è il miglior calciatore di questa categoria, in occasione del gol dello 0-1 iniziale, poi però cresce e chiude la difesa agli avversari per tutta la partita.
Aronica 7 Sicurezza ed esperienza in difesa senza sbavature.
Ungaro 6 Difende con ordine e sacrificio, non riesce mai a pungere in fase offensiva.
Mazzone 7 Parte molto male ma poi cresce e prende fiducia fino a sfodarare un’altra grande partita, a soli 16 anni e già alla quarta presenza stagionale tra i professionisti: due volte titolare al Granillo, due vittorie per la Reggina contro Martina Franca e Lecce. Una sorta di talismano.
Gallozzi 7,5 Ottimo impatto sulla partita e sulla Reggina: nel primo tempo è il migliore, l’unico a rendersi pericoloso per gli avversari. Poi crolla fisicamente nella ripresa e viene giustamente sostituito: deve migliorare solo la condizione ma potrà dare una grossa mano a questa squadra.
Armellino 7 Ottima gara da vero capitano, con grinta e – quando serve – anche qualche calcione. Combatte con tanta grinta nel settore nevralgico del campo.
Maimone 8 Una prestazione da incorniciare coronata con la ciliegina sulla torta del gol, decisivo per la vittoria, a pochi minuti dalla fine alla sua decima presenza stagionale. La Reggina riesce a dimenticare la batosta di Messina grazie a uno dei suoi (tanti) gioielli messinesi, prodotti del vivaio amaranto.
Masini 8,5 Il Migliore. Un gol, un assist decisivo dopo un’altra grande partita in una posizione a lui più congeniale rispetto a quella, forzata, di prima punta. Con Alberti e rinato e adesso inizia a raccoglierne i frutti, anche personalmente.
Balistreri 7 Ottimo gioco di sponde per i compagni e per la squadra, nel primo tempo di testa le ha prese praticamente tutte. Deve ancora inserirsi nei meccanismi tattici di Alberti e diventare il vero terminale offensivo, ma la prima impressione è stata positiva.

Viola 6,5 Gioca sempre bene quando ha il pallone tra i piedi, aiuta la squadra a rendersi pericolosa nel secondo tempo.
Zibert 6,5 Buon impatto sulla gara e sul campionato con una splendida giocata con cui manda in porta Masini, forse un pelo troppo forte. Il compagno non ci arriva, ma non cancella il bel gesto tecnico del giovane sloveno tesserato dalla società dopo due settimane di prova e lanciato subito nella mischia grazie all’arrivo dell’atteso transfer.
Karagounis 5,5 Entra nel finale per dare una mano in difesa, non convince pienamente.

All. Alberti 8 Oltre a Masini, sembra aver trasformato tutta la squadra. Messina è stato un incidente di percorso, per giunta immeritato come – in controtendenza – abbiamo avuto il coraggio di scrivere su StrettoWeb commentando la prestazione non da buttare. Due vittorie e due pareggi in cinque partite, la Reggina chiude gennaio abbandonando l’ultimo posto in classifica e guardando al futuro con più ottimismo.