fbpx

Reggina: l’arrivo di Cirillo e Belardi per la salvezza, come Colucci e Di Michele due anni fa

Reggina Cirillodi Lorenzo Vitto – Due grandi ritorni per la Reggina: Bruno Cirillo ed Emanuele Belardi, entrambi 37 anni, un pezzo di storia amaranto, per evitare la retrocessione in serie D e conquistare la salvezza. Sono due elementi che hanno sempre dimostrato estremo attaccamento alla maglia amaranto, che li ha lanciati nel mondo del calcio 20 anni fa. Sembra il revival di quanto accaduto due anni fa, a gennaio 2013, quando la Reggina di Dionigi navigava in pessime acque in serie B e conquistare la salvezza sembrava un miracolo. Foti riportò a Reggio Di Michele e Colucci, che dopo l’esonero di Dionigi e l’arrivo di Pillon si rivelarono fondamentali per quella salvezza conquistata all’ultimo istante dell’ultima giornata sul campo del Vicenza.

Belardi reggina-pistoiese 2011 2002Cirillo e Belardi evidentemente sono i calciatori individuati da Foti, Cerantola e Giacchetta per restituire allo spogliatoio e al gruppo più giovane di tutta la categoria, quelle guide che debbano fare da “chioccia” venute meno a maggior ragione dopo l’addio di Di Michele. Ovviamente non saranno e non potranno essere gli unici acquisti di un mercato che è soltanto appena iniziato: la pista che porta al giovane talentuoso centrocampista Davide Agazzi del Lanciano è ancora aperta, in uscita ci sono Rizzo e Dall’Oglio e il centrocampo è il reparto più importante in cui intervenire, così com’è importante acquistare una prima punta che riesca a fare gol. Intanto oggi è tornato a Reggio Adriano Louzada, che ha avuto un permesso più lungo per le vacanze natalizie perchè è tornato a casa sua in Brasile. Il giovane brasiliano dovrebbe tornare in gruppo già oggi pomeriggio e potrebbe tornare subito titolare per il match di martedì sera contro il Martina Franca.

Invece Insigne si può considerare ormai un ex: non vuole rimanere a Reggio, e nelle ultime ore s’è fatto avanti il Gubbio a cui il Napoli potrebbe girarlo in prestito. Da valutare anche la posizione di Kovacsik, che con l’arrivo di Belardi potrebbe partire.

Intanto l’incontro tra la società e Cirillo è già in programma per domani e potrebbe arrivare subito la fumata bianca: il difensore è in partenza dalla Grecia e stasera arriverà a Reggio, attualmente è svincolato e potrebbe già esordire martedì sera contro il Martina Franca.

L’IDENTIKIT DI CIRILLO E BELARDI

Bruno Cirillo, prodotto del vivaio della Reggina all’inizio degli anni ’90, ha esordito con la maglia amaranto in C1 addirittura 20 anni fa, quando era giovanissimo. Protagonista della storica promozione in serie A nel 1999, è stato tra le rivelazioni amaranto nel primo anno di A con 32 presenze e 2 reti. Poi il trasferimento all’Inter, il primo ritorno alla Reggina nel 2002 e il secondo nel 2008. Complessivamente per lui 109 presenze con la maglia amaranto.
Anche Emanuele Belardi è calcisticamente nato al Sant’Agata all’inizio degli anni ’90 e ha esordito in serie B nel 1996. Storico portiere amaranto tra serie B e serie A, dopo il trasferimento al Napoli nel 2004 è tornato in amaranto per 6 mesi in serie B nel 2012. Complessivamente in maglia amaranto ha totalizzato 131 presenze.