fbpx

Hanno rapinato tre banche tra Ragusa e Catania: 3 arresti

rapina bancaSono stati nuovamente arrestati due dei tre rapinatori che lo scorso 21 ottobre avevano depredato una banca a Giarratana, in provincia di Ragusa, ed erano poco dopo stati arrestati dai carabinieri con il malloppo ancora in mano. I militari e la Magistratura li ritengono infatti responsabili di altri due colpi, a Comiso e a Piedimonte Etneo. Lo scorso 21 ottobre poco dopo le 11 del mattino, due giovani erano entrati nella filiale di Giarratana della Banca agricola popolare di Ragusa e, minacciati i presenti con un taglierino, s’erano fatti consegnare i contanti presenti nelle casse: quasi diecimila euro. I carabinieri giunti sul posto hanno avviato un lungo inseguimento con i malviventi concluso con la cattura dei tre. Nell’auto i militari hanno recuperato l’intero bottino. A contribuire alla cattura dei tre rapinatori e’ stato un “errore” di questi nel seguire la navigazione satellitare di Google maps. In caserma infatti hanno confessato di avere deciso l’obiettivo da rapinare utilizzando proprio il motore di ricerca geografico di Google andando quindi a prediligere una filiale che non fosse troppo lontana da Catania ma che permettesse una fuga agevole. I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Ragusa, sospettando che i tre avessero commesso altri “colpi” proprio dalla semplicita’ con cui avevano scelto l’obiettivo e perpetrato il reato, dai video del sistema a circuito chiuso si notava altresi’ che non sembravano per nulla degli sprovveduti. Cosi’ e’ stata fatta luce su un colpo messo a segno a Comiso ad agosto, e uno a settembre a Piedimonte Etneo.