fbpx

Messina: “sulla Zona Falcata ci mettiamo la faccia”

portoIl Pdr Messina comunica il proprio impegno massimo nei confronti della rinascita della Zona Falcata che si concretizzerà nei prossimi giorni con un tavolo tecnico al quale inviteremo a prender parte, oltre all’assessore Croce ed i soggetti istituzionali interessati, anche il messinese Pippo Morano nella qualità di dirigente del gabinetto dell’assessorato all’Ambiente ed il capogruppo del Pdr Messina Elvira Amata, nominata esperta a titolo gratuito dello stesso assessorato.

“Nell’annunciare, con l’on. Marcello Greco, una conferenza stampa a brevissimo sulla Zona Falcata, possiamo provare, in questa speciale condizione creatasi, ad assumerci in prima persona la responsabilità per porre in essere finalmente la bonifica delle aree ed in funzione ai successivi ed indispensabili investimenti, già programmati dall’ex assessore Giusy Furnari, sperare di ultimare in un triennio la risoluzione definitiva ed il rilancio economico e culturale di questa pregiata porzione di territorio”. Lo afferma il capogruppo dei Pdr all’Ars, on. Giuseppe Picciolo, che ha evidenziato come “la nuova delega della Protezione Civile, assegnata al Patto dei democratici per le Riforme e le professionalità acquisite in assessorato con la presenza e la supervisione di Pippo Morano e della biologa Elvira Amata (entrambi in possesso della necessaria ed approfondita conoscenza del territorio con utili competenze specifiche in materia politica ed ambientale) unitamente ad un parterre di tecnici di altissimo profilo, potranno segnare una svolta nella bonifica e riqualificazione di una porzione di territorio che, senza infingimenti o proclami, da sempre il nostro Gruppo ritiene vitale per la Città e rappresenta la scommessa più importante che noi ci dovremo giocare nei prossimi mesi, avendo come unico denominatore il bene di Messina. Lo auspicavamo da anni ed oggi possiamo guardare ad una nostra nuova prospettiva senza ‘intermediari’. Il guanto di sfida è lanciato – ha concluso Picciolo – e ci sentiamo di poter dire orgogliosamente che adesso il futuro della Zona Falcata è veramente anche nelle mani di una forza politica orgogliosa di schierare tutte le migliori e più fattive competenze per la risoluzione di vecchi problemi, purtroppo mai radicalmente affrontati e nella convinzione che si potranno superare di slancio tuti gli ostacoli frapposti da quanti hanno pensato solo a formule retoriche e pletoriche od ad interessi occulti da tutelare od a coloro che fino ad oggi hanno detto un sì non troppo convinto e flebile”.