fbpx

Acr Messina, Mancini: “A Matera senza paura”

Foto © Paolo Furrer
Foto © Paolo Furrer

Messina-Matera (0-5) © Furrer

Cinque graffi sulla schiena, di quelli che puoi levare via solo se sai reagire. Il poker ai danni della Reggina è ormai archiviato, gli uomini di Grassadonia pensano solo alla prossima sfida contro quel Matera dal quale lo scorso 20 settembre subirono 5 reti in 45 minuti.

L’entusiasmo post derby fa bene al morale, ma questa volta va gestito in maniera diversa. Anche con la vittoria di domenica scorsa la classifica è ancora bilico e la posta in palio si fa sempre più importante.

manuel-mancini

Manuel Mancini

C’è chi Messina-Reggina avrebbe voluto giocarla a tutti i costi, ma un cartellino giallo di troppo non gli ha permesso di poter essere tra i titolari: “Non è stato facile viverlo da fuori, avrei voluto giocarlo però sono molto contento per i ragazzi perché hanno fatto benissimo. Già dai miei primi giorni qui a Messina ho visto una squadra in crescita, ci manca solo riuscire ad acquisire convinzione nei nostri mezzi, la stoffa c’è”. Sono le parole del centrocampista Manuel Mancini, arrivato in prestito nell’attuale finestra di mercato per dare qualità e geometria in mezzo al campo. Pedina di centrocampo dai piedi buoni con caratteristiche offensive, che Grassadonia ha scelto di inserire tra la linee interne per aumentare la qualità di palleggio, Mancini sembra già in sintonia con il tecnico gialloroso: “Sono pagato per giocare a calcio indipendentemente dal ruolo in campo. Magari in altre posizioni posso dare qualcosa in più, però da interno di centrocampo riesco ad interpretare meglio il gioco che vuole il mister ed è questa l’obiettivo principale”.

In ordine cronologico le prossime sfide del Messina saranno con Matera, Paganese, Casertana, Lecce e Juve Stabia. Un filotto di cinque partite (di cui tre lontano dal “S.Filippo”) terribili che metteranno a dura prova il progetto salvezza della formazione peloritana: “Le prossime gare sono belle toste – conclude Mancini –. A me piace pensare domenica dopo domenica, preferisco concentrarmi sulla sfida di Matera che per la squadra è un banco di prova importante dove sarà necessario tornare a casa con punti pesanti. Li ho visti giocare contro la Juve Stabia e mi hanno fatto davvero una buona impressione ma noi non siamo da meno, andremo lì per giocare la nostra partita senza paura”.