fbpx

Vibo Valentia: ritrovato uno scheletro in un torrente, potrebbe trattarsi dell’omicida Lombardi Satriani

carabinieri005Lo scheletro trovato ieri pomeriggio da un cacciatore nell’alveo di un torrente in zona “Fontana vecchia” a Ionadi (VV) potrebbe essere quello di Saverio Domenico Lombardi Satriani.

I carabinieri stanno considerando questa ipotesi dato che l’uomo abitava a non molta distanza dal rinvenimento delle ossa; inoltre, la scomparsa del 62enne, denunciata dal fratello nel febbraio 2013, sarebbe compatibile con i tempi di decomposizione del corpo che non dovrebbero superare i due anni.

L’uomo, secondo quanto reso noto dagli inquirenti, era già noto alle forze dell’ordine poiché arrestato per l’omicidio di tre persone e il ferimento di altre, commesso insieme ad un altra persona presso una nota struttura ricettiva del Vibonese nella notte di capodanno tra il 1979 e il 1980. In seguito venne mandato al manicomio criminale di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) dove restò in cura prima di tornare a casa e proseguire i trattamenti.

Solo l’esame autoptico delle ossa disposto dal pm Michele Sirgiovanni permetterà di risalire al profilo genetico e fare la comparazione con quello di Satriani.