Famiglia barcellonese all’addiaccio: mamma, papà e 3 bambini costretti a dormire in auto

gente che vive in autoQuesta mattina sono stato informato che una famiglia barcellonese composta da mamma, papà e tre bambini, il più piccolo di due anni, sono stati costretti a dormire tutta la notte sulla macchina”. Lo afferma in una nota il consigliere Orazio Calamuneri.

“Questa famiglia nel 2011 è stata colpita dall’alluvione dove l’acqua e il fango gli ha trascinato tutto riuscendo a salvare solo le loro vite. A seguito di ciò, sono stati alloggiati, in quanto famiglia alluvionata, al George Hotel, dove sono rimasti un po’ di mesi. Usciti dal George Hotel sono stati alloggiati da un’altra famiglia di parenti, abitando così in 10 persone in due stanze, situazione impossibile. Naturalmente in queste condizioni non si poteva durare a lungo, infatti non potendone più entambe le componenti, questa famiglia alluvionata è dovuta uscire da quel temporaneo alloggio, rimanendo in mezzo alla strada e passando la notte nella macchina. Informato dell’episodio, mi sono attivato presso il comune facendo presente al corpo dei vigili urbani delle condizioni di questa famiglia. Il vigile preposto nella mattinata si è attivato e il vigile del pomeriggio, sentiti i responsabili, mi ha riferito che era difficilissimo allogiarli da qualche parte. A questo punto mi sono recato dalle suore parlando con suor Marilena, la quale si è resa disponibile ad alloggiare solo i bambini. Recandomi nuovamente al comune, con i vigili di servizio abbiamo telefonato ai padri venturini, per sapere se c’era disponibilità per questa famiglia, i quali venturini si sono dichiarati disponibili ad allogiare tutta la famiglia per questa sola notte. Che succederà domani? Chi se ne dovrà occupare? Il problema della casa a Barcellona è una piaga e ce ne dobbiamo convincere tutti. Impattando l’I.A.C.P., i servizi del comune e la stessa regione per un intervento straordinario e immediato nella nostra città, prima che succeda qualcosa di irreparabile”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE