fbpx

Acr Messina, ad Ischia per il cambio di rotta

Foto © Furrer

Messina-Foggia Furrer (26) Grassadonia CriscuoloPrimo appuntamento mattutino per il Messina in questo strano campionato di Lega Pro. Domani gli uomini di mister Grassadonia sfideranno l’Ischia in un importante sfida salvezza con calcio d’inizio alle ore 11.00.

In riva allo Stretto regna il silenzio. Trascorse le tre settimane di silenzio stampa, condite dai commenti del patron Pietro Lo Monaco, che a più riprese ha annunciato la possibilità di un suo disimpegno a fine stagione, il Messina cerca di trovare la giusta concentrazione per superare un crisi di risultati che dura da ben 6 giornate.

Per il match con i campani il tecnico ex Salernitana ha convocato 18 calciatori lasciando fuori gli infortunati E.Pepe e Nigro. SolitaCorona, Bjelanovic, Orlando emergenza a centrocampo. Al momento il reparto che attualmente ha palesato più criticità è rappresentato dai soli Bucolo, Damonte, V.Pepe ed Izzillo. Non dovrebbero esserci stravolgimenti tattici, anche se qualche elemento che fin qui non ha dato il contributo sperato – ad esempio le ultime prestazioni incolore di Bjelanovic e V.Pepe – potrebbe essere in un incentivo per un ipotetico cambio di assetto.

Oltre alle scelte di natura meramente tecnica quel che più conterà domani allo Stadio “Enzo Mazzella” sarà la voglia di riscatto della squadra. La buona prestazione casalinga contro il Catanzaro, con la vittoria sfumata sui titoli di coda, fa ben sperare in termini di impegno ed approccio alla gara.

Serve, però, un repentino cambio di rotta, perché contro l’Ischia, il Messina si gioca una ghiotta opportunità per allontanare la zona calda della classifica in questo finale di girone di andata, che nelle prossime gare vedrà i giallorossi misurarsi con compagini del calibro di Benevento (al “S.Filippo”) e Salernitana (fuori casa).