fbpx

Tassa sui rifiuti, ecco quanto costa in Calabria

tasse-rifiuti-672La tassa annuale sui rifiuti in Calabria quest’anno è in aumento rispetto al 2013, del 4 per cento in più, che si traduce in un ammontare di circa 306 euro contro i 290 della media nazionale.

A snocciolare questi dati un’analisi condotta dall’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva sui costi di gestione dei rifiuti. La tassa sulla spazzatura, che nel corso degli anni ha cambiato nome, da Tarsu a Tares fino ad arrivare oggi alla Tari introdotta con la IUC, insieme all’IMU e alla Tasi, la tassa sui servizi comunali, oggi in Calabria costa 306 euro contro i  290 di media nazionale. La città dove la tassa scosta di più in Calabria è Reggio (€ 526), segue Crotone (€ 300) e Catanzaro con i suoi 264 euro.

L’indagine è stata condotta prendendo come campione una famiglia tipo composta da 3 persone, con un reddito lordo complessivo di 44.200 euro ed una casa di proprietà di 100 metri quadri. La ricerca ha rilevato una spesa maggiore al Sud (€333), dove l’aumento della tassa sulla spazzatura, rispetto al 2013 è stato del 5% (+24% rispetto al 2012); seguono le regioni centrali (€292) con un aumento dell’6,2% rispetto al 2013 (+18% rispetto al 2012) ed infine le aree settentrionali (€252) con un +1,6% rispetto al 2013 (+7,7% rispetto al 2012).La regione più cara è la Campania (€ 423),seguono la Sardegna (€ 370) e la Sicilia (€374).Tra le regioni meno onerose c’è il Molise, con i suoi 199 euro, seguono Marche (€ 215) e Basilicata (€ 221). Le città più costose sono quelle del sud, sul podio tra le peggiori c’è Cagliari con i suoi 533 euro.