fbpx

Reggio: università, domani 25 Novembre il regista Daniele Ciprì ospite dell’ateneo

ciprìSi terrà domani 25 Novembre alle 11 presso l’Aula Magna della facoltà di Architettura di Reggio l’incontro con il registra Daniele Ciprì. La conferenza dal titolo “Un paesaggio enciclopedico” fa parte del ciclo di seminari incentrato sul tema “Per un osservatorio internazionale sulle grandi opere” partito il 14 novembre con l’intervento di Luigi Prestinenza Puglisi, saggista, critico e storico dell’architettura.

Le grandi opere, incompiute, complessi edilizi interrotti, fanno parte ormai del paesaggio italiano, insieme ai grandi sistemi infrastrutturali del dopoguerra che hanno rappresentato un’azione di modernizzazione soprattutto nel Sud.

Daniele Ciprì, palermitano, si fa conoscere alla fine degli anni ’80 per i suoi lavori alla regia in coppia con Franco Maresco nel duo Ciprì e Maresco, nella serie di sketch di Cinico TV, in onda su Rai 3, ed in vari film. Tra il 1995 ed il 1998 è alla regia di film come Lo zio di Brooklyn e Totò che visse due volte, con quest’ultimo che suscita scalpore e forti reazioni da parte degli addetti ai lavori. Si è occupato anche di teatro ed è stato al fianco di registi del calibro di Renato De Maria, Marco Bellocchio e Roberta Torre.

Nel 2009 ha vinto al Chicago International Film Festival il premio della fotografia per Vincere, per il quale si è aggiudicato anche numerosi premi in Italia. Con È stato il figlio (2012) si è aggiudicato il Premio Osella per il migliore contributo tecnico alla 69ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Nel 2013 ha vinto il Nastro d’argento al regista del miglior film. Nel 2014 realizza La buca, uscito a settembre, con Rocco Papaleo, Sergio Castellitto e Valeria Bruni Tedeschi.