fbpx

Reggio: l’ex ministro Scajola assente al processo a causa del maltempo

ScajolaLa testimonianza di oltre duecento persone e’ stata chiesta dal pubblico ministero della Dda di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo, nel processo nei confronti di Claudio Scajola e di Maria Grazia Fiordalisi, segretaria dell’armatore Amedeo Matacena. Nel processo, in corso davanti ai giudici del Tribunale di Reggio Calabria, si contesta ai due imputati di avere favorito la latitanza di Amedeo Matacena, condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa “Abbiamo chiesto un numero cosi’ consistente di testi – ha detto il pm Lombardoperche’ in moltissimi casi l’impostazione dell’accusa e’ poggiata appunto sulle loro dichiarazioni spontanee. L’ufficio del pubblico ministero intende dimostrare la responsabilita’ degli odierni imputati in relazione alle singole circostanze“. Lombardo ha anche chiesto l’acquisizione al dibattimento delle intercettazioni telefoniche. L’ex ministro Claudio Scajola non ha partecipato a causa del maltempo alla seconda udienza del processo a suo carico in corso a Reggio Calabria. Per motivi legati alle difficolta’ del traffico aereo, infatti, Scajola non e’ riuscito a raggiungere in tempo utile Reggio Calabria. L’udienza di stamane e’ stata quindi caratterizzata dalle relazioni del pubblico ministero distrettuale, Giuseppe Lombardo, e dalla linea di difesa di Scajola, rappresentata dall’avvocato Giorgio Perrone.