fbpx

Reggio, l’Arazzo Fiammingo momentaneamente alla Provincia: da domani al via le visite [FOTO]

/

image (4)“Di cultura si può vivere, di cultura si può risollevare quel senso di appartenenza ad una tradizione importante come la nostra”, queste le parole del Presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, stamane presente, tra gli altri, al Palazzo Storico della Provincia di Reggio Calabria, dove momentaneamente è stato trasferito l’Arazzo Fiammingo di Jan Leyniers del 1630.

L’Arazzo, come risaputo, è di proprietà della Diocesi di Locri-Gerace, dove tornerà su per giù intorno alla metà del mese di dicembre, ma fino a quel momento, al fine di evitare che questo “prezioso oggetto d’arte” venisse conservato in deposito nell’attesa di tornare a Gerace, si è scelto, in seguito all’accordo di tutte le parti in causa, di esporlo al Palazzo della Provincia.

Sede provvisoria dell’Arazzo, quindi, la Provincia di Reggio Calabria, ma non una sala qualsiasi della Provincia, proprio il salone che porta il nome di “Monsignor Ferro”, un nome particolarmente legato all’opera d’arte: “Io ho vissuto con Monsignor Ferro molte esperienze – ha dichiarato Giacomo Oliva, Direttore del Museo Diocesano di Gerace e presente quest’oggi in rappresentanza del Vescovo di Locri-Gerace, Mons. Francesco Oliva   – Lo stesso Ferro è stato amministratore apostolico di Gerace e dormiva con alle spalle l’Arazzzo. Abbiamo già delle prenotazioni – ha continuato Olivadi scuole e turisti che vogliono visitare questa meraviglia, e tutti noi siamo contenti che nel periodo in cui l’Arazzo Fiammingo è stato esposto al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, si sia incrementato il numero dei visitatori: non per niente – specifica Giacomo Oliva – dal 15 marzo all’11 novembre si sono contati 162.000 visitatori. Ovviamente, le difficoltà sul territorio rimangono, in quanto ci sono come sempre le cosiddette ‘pecore nere’ che si lamentano del via vai che l’Arazzo sta facendo da un po’ di mesi a questa parte, ma tra non molto soddisferemo anche loro, quando, cioè, l’opera tornerà al Palazzo Vescovile di Gerace. Si potrà cogliere l’occasione – conclude Olivadi ammirare anche il Palazzo suddetto, un regale simbolo della nostra storia”.

image (1)“Con l’idea di chiedere la possibilità di ospitare l’Arazzo alla Provincia – interviene anche l’Assessore alla Cultura, Eduardo Lamberti-Castronuovoriteniamo di aver fatto cosa utile. In questo modo si potrà dare l’opportunità alle scuole che non hanno potuto finora portare i ragazzi a visitarlo, di fare ammirare loro l’opera, usufruendo anche del servizio touch screen ideato appositamente per capire meglio cosa rappresenta l’Arazzo, mostrato in tutte le sue parti anche dal punto di vista digitale. Già domani, giovedì 13 novembre – prosegue Lamberti-Castronuovo è prevista la visita dei turisti in arrivo con Costa Crociere,  precisamente alle ore 14,30, quando di solito il Palazzo della Provincia rimane chiuso. Sarà un’occasione in più per mostrare una meraviglia d’arte come questa”.

Cultura, arte, tradizione, non potevano che essere questi i “fili conduttori” dell’incontro di oggi, durante il quale è intervenuto anche il Funzionario responsabile di zona della Soprintendenza BSAE, Dr. Faustino Nigrelli, che ci ha tenuto ad evidenziare l’importanza di “tutelare questi oggetti preziosissimi. Affideremo alle generazioni future – afferma Nigrelli riferendosi alle prossime visite delle scolaresche – qualcosa di buono”.

E dunque da domani al via le visite per ammirare l’Arazzo Fiammingo di Jan Leyniers; ecco gli orari di apertura al pubblico: dalle ore 9.00 alle ore 13.00 di tutti i giorni, e il lunedì e il mercoledì pomeriggio. Inoltre, eccezionalmente, il Palazzo Storico della Provincia, in considerazione anche di eventi consoni e previsti per quei determinati giorni, sarà aperto anche il sabato e la domenica.