fbpx

Reggio, la toccata e fuga del premier Renzi: appena 40 minuti in città, è già ripartito [FOTO &VIDEO]

/

oliverio, renzi, falcomatàIl premier Matteo Renzi è appena arrivato a Reggio. Ad accoglierlo tra gli altri il neo eletto sindaco, Giuseppe Falcomatà, il neo presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, entrambi eletti nelle ultime consultazioni elettorali, e il sindaco di Messina Renato Accorinti. Renzi sta visitando lo stabilimento Ansaldo Breda ed è accompagnato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio. L’amministratore di Finmeccanica Mauro Moretti sta mostrando uno dei convogli dell’Atm prodotto nello stabilimento reggino. Dopo la visita a Catania, prosegue il viaggio nel Sud della penisola del premier.

Renzi reggio visitaIl premier Renzi sta visitando l’interno dello stabilimento. L’amministratore delegato Moretti di Finmeccanica ha dichiarato “Questo stabilimento produce prodotti di alta qualità per i mercati mondiali. Lima, Tapei, Honolulu. Solo qualche anni fa questo stabilimento non era così: la vera svolta si è avuta grazie a chi lavora qui dentro”.

E di lavoro e lavoratori parla anche Renzi che dichiara “Ho già parlato con lavoratori. Il lavoro è garantito fino al 2018 ma un’eccellenza come questa non ha data di scadenza“. Ma fuori monta la protesta.

E su Reggio Renzi ha affermato, rivolgendosi al neo sindaco Falcomatà“questa città è bella e difficile. Questa fascia è pesante, ma non ti lasceremo solo: il futuro di Reggio dipende da tutti noi, ma anche da voi. Faremo di tutto per far tornare Reggio a ruolo di città e non più problema del sud. Quello che abbiamo detto in campagna elettorale deve diventare realtà. Sono felice di essere tornato e di essere circondato da Falcomatà e Oliverio“.

Intorno alle ore 16:10, dopo meno di 40 minuti dal suo arrivo, Renzi è ripartito. “I treni della metropolitana di Copenaghen, Milano, Lima sono realizzati a Reggio Calabria: il profondo #sud regala opportunita’ e innovazione” ha twittato il premier subito dopo la partenza.

DSC_9588LE PAROLE DI OLIVERIO – La situazione e’ seria non basta rassicurare. Si tratta di prendere atto che qui c’e’ una situazione drammatica“. Lo ha detto il Presidente eletto della Regione Calabria, Mario Oliverio, a Reggio dove si trova il Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, per visitare lo stabilimento dell’AnsaldoBreda. “In Calabria – ha aggiunto Oliverioc’e’ il tasso di disoccupazione piu’ alto del Paese e anche rispetto alle altre regioni del Mezzogiorno la nostra e’ in una condizione particolare. Renzi la conosce gia’ ma noi la riproporremo. Abbiamo bisogno di essere aiutati per un progetto di sviluppo e di crescita che dia lavoro. Costruire le condizioni perche’ la Calabria conti di piu’. In questi anni anche su questo terreno ha perso credibilita’ perche’ non ha saputo rappresentarsi. Nel quadro delle strategia nazionali bisogna rendersi conto che c’e’ un punto di sofferenza, un filo esile che non possiamo permettere che si spezzi. Abbiamo bisogno di una risposta forte. Noi ce la metteremo tutta“.

MANIFESTANTI PROVANO A FORZARE IL BLOCCO – Un gruppo di manifestanti che stanno protestando a Reggio  davanti lo stabilimento AnsaldoBreda ha tentato di forzare il blocco delle forze dell’ordine per poter parlare con il premier Renzi. I manifestanti hanno riferito che vorrebbero “informarlo dell’estremo disagio che vivono le loro famiglie a causa della precarieta’ del loro lavoro“. Il tentativo e’ stato sedato dalla Polizia e dai carabinieri. I manifestanti chiedono che, in ogni caso, una loro delegazione venga ricevuta da Renzi.