fbpx

Reggio, domani la presentazione del progetto “Scia in sicurezza con A.S.I, più vantaggi meno stress”

Reggio_calabria_palazzo_della_provinciaSarà presentato domani mattina, martedì 11 Novembre 2014, alle ore 10:30, nella sala Conferenze della Provincia,  il progetto  “Scia in sicurezza con A.S.I, più vantaggi meno stress”. Il progetto interessa la località di Gambarie, spettacolare area montana che offre molte attività di svago sia d’estate che d’inverno. Gambarie rinomata per le sue piste che permettono di sciare ammirando un panorama unico al mondo e, nelle giornate più limpide consente di scorgere uno scenario che spazia dalle Isole Eolie all’Etna, si presta a questo importante progetto che metterà in risalto non solo l’ambiente naturale ma anche le potenzialità e le risorse umane che vanno assolutamente utilizzate per lo sviluppo dell’area e del territorio. Alla Conferenza Stampa di presentazione, tutti i dettagli saranno forniti dal consigliere provinciale Francesco Cannizzaro, dal presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte Giuseppe Bombino, dal vicepresidente nazionale dell’ASI Tino Scopelliti, dal Presidente Regionale ASI Calabria Giuseppe Melissi, dal Presidente Provinciale ASI Reggio Calabria Fabio Gatto, dal Presidente dell’ASD Legione Gladio Mariano Barbalace, dal Presidente dell’ASD Free Spirits Vincenzo Tornabene, dal Presidente dell’ASD SnowFamily Tallarico Tiziano.

“La montagna è una grande risorsa per il territorio – afferma il consigliere provinciale Francesco Cannizzaro – Questo progetto in sinergia con l’ASI, metterà in risalto un nuovo modello di sviluppo per la nostra area aspromontana continuando quel percorso sino ad oggi portato avanti dall’Ente Provincia atto alla valorizzazione delle imprese agricole, elemento chiave per il territorio, e dei prodotti tipici certificati indispensabili per la creazione di un turismo  alternativo di alta qualità, specchio di un’identità forte e di una cultura genuina. Priorità assoluta è poi il Parco Nazionale dell’Aspromonte  una risorsa per il crinale e per tutto il territorio regionale. Tutela della qualità ambientale, percorsi eno-gastronomici, ospitalità e servizi – conclude Cannizzaro – sono i fondamenti di un nuovo turismo che deve offrire a chi viene in Calabria, l’identità e la tradizione di un territorio ricco di saperi”.