fbpx

Reggio, Anoldo Scafaria si scatena contro Falcomatà: “ha dato vita a una congiura viscida e meschina”

Anoldo ScafariaTorna alla ribalta Francesco Anoldo Scafaria, uno dei 9 candidati a Sindaco delle elezioni di 22 giorni fa: è arrivato ultimo, ha preso 238 voti pari allo 0,2% dei votanti, eppure oggi torna a colpire. Dopo la clamorosa accusa di “brogli rossi” sempre nei confronti di Falcomatà, adesso con il solito comunicato sgrammaticato decide di lanciare accuse durissime contro il sindaco eletto con una maggioranza nettissima.

falcomatà angheloneChe dopo la scelta di Anghelone quale vicesindaco, il malcontento nei confronti di Falcomatà stia crescendo in città, è un dato di fatto e non solo perchè Anghelone è il figlio di un ex assessore delle amministrazioni di destra, ma anche perchè è un parente del Sindaco e il buon senso politico avrebbe dovuto portare Falcomatà ad evitare questa scelta anche solo per questo legame di parentela. Ma Anoldo Scafaria va oltre, le spara proprio grosse. “Il sindaco è un bugiardo patentato, ha messo in atto una congiura viscida e meschina, simile a quella in cui Giulio Cesare venne ucciso”. Ella peppa! 

“Aveva detto in precedenza “mai più un governo con la Destra”, ma adesso dovrà amministrare con Anghelone Junior (figlio di Paolo) assessore degli ultimi due governi di dx con Scopelliti prima ed Arena dopo, uno fra i tanti che ha accettato di prostituirsi politicamente per dargli una mano. Falcomatà è l’ennesimo utile idiota usa-e-getta cui una sinistra in difficoltà è solita ricorrere da sempre. Lui ha operato in maniera infame ricorrendo alla menzogna ed alll’inganno”. Infine Anoldo Scafaria non risparmia addirittura i cittadini. Quelli con cui evidentemente è risentito perchè non l’hanno votato. “Il grande assente continua ad essere la città e la sua gente” ha detto.