fbpx

Reggio: Alleanza Calabrese vota Wanda Ferro

wanda-ferro“La vita è bella perché ti da possibilità di scegliere cosa mangiare, dove andare,come votare. La vita -ha dichiarato Enzo Vacalebre– è meno bella quando cosa mangiare non lo decidi tu, ma la condizione che stai attraversando. La vita è meno bella quando dove andare non lo decidi tu, perché gli accadimenti ti portano in altri luoghi. La vita è meno bella quando come votare ti viene imposto dai bisogni della tua famiglia, dalla sorella, dalla zia, dal cugino, dal prelato di turno, mai interessatisi, dalla politica ma già candidati da un anno. Ma la vita rimane bella, soprattutto la nostra, perché siamo felici di essere riusciti a presentare la lista alle amministrative di Reggio Calabria, del risultato raggiunto dal nostro partito e ringraziamo dell’impegno che tutti i nostri candidati hanno profuso durante questa campagna elettorale e dei nostri elettori che si sono sentiti liberi di offrirci il loro consenso. Siamo felici perché abbiamo portato di nuovo in piazza le idee della destra di base, e che al contempo si propone di garantire le aspirazioni di crescita socio-economica e la millenaria identità culturale del popolo calabrese. Ma la vita rimane bella, soprattutto la nostra perché abbiamo supportato come candidato a sindaco Lucio Dattola. Una persona seria, preparata, un professionista,un uomo vero. Che ha dato tutto se stesso malgrado fosse accerchiato da una corazzata rossa, in corsa da due anni, e che ha usato ogni metodo per poterlo annientare. Il risultato non è stato generoso con Lucio- prosegie- chiamato il collezionista da uno che di collezioni se ne intende. Chiamato così dal servo sciocco dell’incandidabile, prorio da lui che ricopre nello stesso tempo il ruolo di presidente provinciale di un partito e si raccoglie i voti per poter essere eletto al consiglio regionale. Conflitto di interessi… Forse. Ma impensierisce il fatto che gli altri candidati, della stessa lista, corrono, corrono sottoposti ai diktat del ras, senza profferire verbo. Ecco perchè Alleanza Calabrese ha appoggiato Dattola e lo appoggerà come capo dell’opposizione al Comune di Reggio Calabria. Opposizione costruttiva quando si tratterà di lavorare per Reggio, opposizione intransigente quando si tratterà di coprire le magagne di una sinistra che ha preso una valanga di voti che traggono linfa dall’inconsistenza politica. Ma come dicevamo prima, la vita è bella, anche se non siamo riusciti a presentare la lista alle regionali. Ce ne assumiamo totalmente la colpa, in quanto le nuove regolamentazioni costruite artatamente per danneggiare i piccoli partiti, le distrazioni temporali ed una successione di eventi ci hanno portato a non poter coprire il territorio regionale con i nostri. Ma la vita è bella perché Alleanza Calabrese sarà presente alle prossime elezioni regionali riconoscendo Wanda Ferro come unico candidato a Governatore da votare. Riconoscendo a Wanda Ferro il suo essere donna, ilAlleanza Calabrese suo coraggio e la sua integrità intellettuale da quando ha iniziato a fare politica. Riconoscendo a Wanda Ferro il comune percorso politico giovanile dal Fuan al M.S.I., alla prima fase di A.N. Riconoscendo Wanda come unica appartenente al nostro mondo. La vita è bella perché abbiamo la libertà di dare la nostra fiducia ai camerati che sono presenti in Fratelli d’Italia, pur non stimando la politica romano-centrica perseguita dallo stesso partito. Le nostre intenzioni di voto saranno per la provincia di Reggio Calabria, per il camerata Ciccio Ferraro, socio fondatore di AC e da noi candidato solo per la Ferro, uomo puro ed integro combattente, il camerata Luigi Tuccio, uomo di indelebili valori ed ideali che lo accompagnano dalla nostra conoscenza e dalla nostra comunanza, per la provincia di Cosenza, Fabrizio Falvo, figlio del camerata Benito, senatore del M.S.I., che per decenni abbiamo accompagnato nelle sue battaglie politiche nelle varie piazze della regione Calabria, contro tutto e contro tutti. anche a rischio della incolumità sua, nostra e di tutti i nostri che assistevano ai suoi comizi. Il voto di Alleanza Calabrese sarà semplice. Sarà crocettare sulla scheda ed in tutte le provincie calabresi il nome di Wanda Ferro. Scrivere il nome dei camerati nello spazio dedicato a FdI ove abbiamo dato indicazioni e cioè a RC Ciccio Ferraro e Luigi Tuccio ed a CS Fabrizio Falvo. Non crocettare il simbolo di Fratelli d’Italia. Questo si chiama voto alle persone in cui si crede, anche alcune volte errando, ci è capitato, e non voto politico. L’aspetto politico -conclude- verrà verificato con calma senza asperrimi scontri nell’immediatezza del dopo elezioni, seguendo gli opportuni percorsi, ove mai qualcuno lo desiderasse. Ognuno per la propria strada, ognuno con i propri obiettivi. Noi per la legittimazione ed autodeterminazione delle istanze della Calabria, loro forse per lo stesso motivo…. Se vuole Roma…”