fbpx

Reggio: “allarme rosso al bivio della stazione ferroviaria di Lazzaro, rischio annegamento” [FOTO]

/

stazione ferroviaria di LazzaroDurante il temporale che si è registrato nella nottata del 5 novembre u.s. il sottopassaggio al Bivio stazione Ferroviaria di Lazzaro è stato per l’ennesima volta reso inagibile dall’enorme quantità di acqua che si è riversata all’interno della canna del sottopasso stesso. E’ intervenuta una ditta addetta al servizio di manutenzione depuratore a Motta SG che ha provveduto con una pompa  dopo alcune ore a liberare il sottopasso dall’acqua. Non si comprende perché non sia stato richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco che sicuramente in pochi minuti avrebbero liberato il sottopasso evitando così il disagio ai cittadini obbligati al pericoloso attraversamento della SS106. Si segnala che appaiono estese le infiltrazioni di acqua presumibilmente dal manto stradale che hanno interessato il solaio lato monte e lato mare del sottopassaggio più volte da me segnalate nel corso degli anni, per ultimo in data 3 settembre 2013. Lo afferma in una nota Vincenzo Crea, Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto” e Referente unico dell’ANCADIC Onlus.

stazione ferroviaria di Lazzaro7“Il sottopassaggio dopo i lavori di ristrutturazione è ancora oggi privo di illuminazione e  nelle scalinate  permane lo stato di degrado dei gradini a cui si aggiunge il disagio dell’assenza dei corrimano. Da anni ho ripetutamente segnalato, tra l’altro, il potenziale pericolo di annegamento al sottopassaggio in caso di avverse condizioni meteo con notevoli precipitazioni, nonché la impellente necessità di procedere all’abbattimento delle barriere architettoniche. A tal riguardo i funzionari della Sezione Prevenzione e Sicurezza Stradale del Provveditorato alle OO.PP di Catanzaro nella nota prot. 0024816 -04/10/2011 certificavano tra l’altro che “ per quanto attiene l’eliminazione alle barriere architettoniche e lo smaltimento delle acque piovane, risultano scarsamente efficaci, con pericolo di allagamento al sottopassaggio bivio FF.SS, adiacente alla scuola elementare per mancanza di sistemi di smaltimento delle acque meteoriche e la fondamentale pulizia dello stesso”. Nulla si è fatto”.

“I lavori di messa in sicurezza dell’opera non sono ulteriormente procrastinabili. Si rende necessario attivare ogni iniziativa idraulica per scongiurare futuri pericoli di allagamento del sottopasso e inondazione della SS 106,  che nel loro complesso investono le problematiche di recapito delle acque di piattaforma della via del Bergamotto   confluente sulla SS106 e della poco funzionale struttura di copertura del sottopasso, questa nel contempo rappresenta un grave ostacolo alla circolazione veicolare per l’immissione sulla SS106, sia per quanto riguarda la visibilità di sicurezza per l’incrocio lato mare sia per la manovra di svolta a destra per l’incrocio lato monte. Si ribadisce che quanto segnalato è fortemente critico anche perché la zona interessata è caratterizzata preponderatamente da luoghi pubblici quali la Scuola Media, la Scuola Elementare, la Delegazioni Municipale e Supermercati” conclude Crea.