fbpx

Palermo: neonata gettata nei rifiuti, oggi l’autopsia

bambino-neonato-morteSarà eseguita oggi l’autopsia sulla neonata gettata ieri mattina in un cassonetto dei rifiuti a Palermo. La piccola, che pesava 3.450 grammi, è stata trovata da un clochard che stava rovistando nell’immondizia in un cassonetto di via Ferdinando Di Giorgi, nei pressi della Circonvallazione di Palermo. La piccola respirava ancora quando è stata trovata avvolta in un lenzuolo e nascosta in un borsone insanguinato ma è morta per un’emorragia poco dopo il ricovero all’Ospedale Civico di Palermo. Per tutta la giornata sono proseguite le ricerche della madre che si sono concluse in serata. La donna, P.V., una trentenne di Palermo con tre figli, di 2, 6 e 8 anni, ma residente a Gemona, in Friuli, si è presentata intorno alle 18 di ieri al Pronto soccorso dell’Ospedale Cervello per un’emorragia. La donna era accompagnata dal cognato che fa il vigile del fuoco e dalla sorella. Da ieri sera è ricoverata nel reparto di Ginecologia, piantonata da due carabinieri in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario. Agli inquirenti, come si apprende, avrebbe detto di avere partorito da sola e di essere stata presa dal panico perché non sentiva più battere il cuore della piccola e di avere deciso di gettarla in un cassonetto. Il marito, che ieri è stato rintracciato dai militari a Gemona, dove lavora dovrebbe arrivare oggi a Palermo.